Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Dopo Everton – Tottenham 2-6, ecco le pagelle con tutti i voti dei Toffees.

PICKFORD: 4 – Non è la prima volta in questa stagione che combina una frittata. Stavolta lui la fa grossa, uscendo per non si sa quale motivo dai pali, e scontrandosi in modo quasi comico (non per i tifosi Toffees) con Zouma, ma la squadra non reagendo la fa peggiore.

COLEMAN: 5 – Dalla sua parte ci sono Eriksen ed Alli nel primo tempo, e Son nel secondo. Lui non riesce mai a contrastare le offensive degli Spurs, pur essendo aiutato da Walcott.

KEANE: 5 – Difesa Toffees bocciata per intero. Gli uomini offensivi del Tottenham si sono trovati sempre soli, soprattutto nelle seconde palle, senza avere alcun marcatore. Anche lui finisce nel ciclone.

ZOUMA: 5 – Protagonista in negativo con Pickford dello sfortunato episodio nell’1-1, non ha però grandi colpe a riguardo, essendosi visto arrivare un oggetto verde addosso in un’azione che stava gestendo tranquillamente. L’errore sarebbe più grande se Pickford avesse chiamato palla e lui non l’avesse lasciata (la cosa più logica sarebbe comunque stata che Pickford rimanesse tra i pali…).

DIGNE: 5.5 – Sbaglia qualche passaggio e cross di troppo, ma appoggia sempre l’azione, ed è il primo giocatore a cui Gomes si affida quando deve iniziare l’azione. Rimane il fatto che difensivamente si soffre molto anche dalla sua parte.

GOMES: 6 – Fin quando non uscirà l’esito delle visite mediche, tutti i tifosi saranno col fiato sospeso, poiché André è diventato per l’Everton un giocatore fondamentale, e vederlo toccarsi il muscolo della gamba ha spaventato molti. Anche oggi tra i più positivi, con intelligenza ed esperienza.

DAVIES: 5.5 – Non è Gueye, e si vede, ma mette tutto sé stesso per non far rimpiangere il senegalese. Recupera palloni sulla propria trequarti, ma ne perde altrettanti a causa del suo difetto di non alzare mai la testa quando ha la palla tra i piedi.

WALCOTT: 6.5 – Il gol e tanto movimento e volontà. Nell’ultima partita, in cui era subentrato, aveva già fatto vedere di stare meglio rispetto all’ultimo periodo, ed oggi ha confermato che sta tornando il vero Walcott. Aiuta la squadra come può.

SIGURDSSON: 5.5 – Anche lui segna un gol, ma il resto della prestazione è stato incolore. Mai al centro del gioco, mai preciso e puntuale negli inserimenti nell’area avversaria.

RICHARLISON: 5 – Spostato a sinistra, nel ruolo in cui aveva iniziato (bene) la stagione, stavolta non fa vedere nessuna delle sue caratteristiche e si oscura fino a scomparire totalmente dal gioco.

CALVERT-LEWIN: 6 – Si sbatte, prova a giocare di sponda, si allarga per creare spazi e serve anche un assist per Walcott. Trova anche il gol, ma l’arbitro lo annulla per una leggera (…) spinta ai danni di Sanchez.

SCHNEIDERLIN: 5.5 – Non ha colpe riguardo al risultato, ci mancherebbe, però non entra in campo come lo si vorrebbe vedere. Per lui ci sono delle scusanti: non giocava da un paio di mesi ed è stato gettato nella mischia praticamente a freddo.

BERNARD: s.v.

TOSUN: s.v.

MARCO SILVA: 5 – Ora c’è bisogno di guardarsi tutti negli occhi, e capire insieme cosa fare, perché i risultati dell’ultimo periodo, ma soprattutto l’atteggiamento, sono stati pessimi. Non si pretendeva di vincere contro il Tottenham, ci mancherebbe, ma dopo essere andati in vantaggio, non può essere un episodio a mandare tutto all’aria, fino a smettere completamente di giocare.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi