Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

PRIMO TEMPO VIBRANTE

Conte conferma la formazione delle ultime due partite, terza panchina consecutiva per Skriniar; 4-2-3-1 per Bosz con Demirbay avanzato sulla trequarti e Tah al posto di Sven Bender che si è infortunato nel riscaldamento. Al 15’ l’Inter passa in vantaggio grazie all’esterno destro molto angolato di Barella; i nerazzurri capitalizzano il buon approccio alla gara. 4 minuti dopo l’ex Cagliari si mangia il goal del raddoppio sparando addosso a Tah; sprecato un ottimo assist di Lautaro Martinez. Il raddoppio però arriva al 21: Young verticalizza per Lukaku che protegge palla dall’attacco di Tah e batte Hradecky con un tiro in scivolata. L’attaccante belga, come spesso gli capita, segna i goal difficili e sbaglia quelli facili: il portiere del Bayer Leverkusen vince il duello in uno contro uno col 9 interista che non riesce a scavalcarlo con un pallonetto. I tedeschi accorciano le distanze al 25’: uno-due tra Volland e Havertz con quest’ultimo che batte Handanovic con una conclusione ravvicinata che passa sotto le sue gambe prima di andare in porta. Fase concitata del match: due minuti dopo l’arbitro assegna un calcio di rigore alla squadra di Conte, ma dopo un on-field review cancella la sua decisione ritenendo che il tocco del difensore rossonero fosse con la spalla e non di mano. Il primo tempo finisce 2-1 per i meneghini: è successo tutto tra il 15’ ed il 27’. 

 

Embed from Getty Images

 

L’INTER DIFENDE IL RISULTATO E APPRODA IN SEMIFINALE

La prima occasione della ripresa è per l’Inter: Young crossa basso per Gagliardini che colpisce male tirando su Lukaku. Le aspirine rispondono col tiro dalla distanza di Demirbay deviato in corner da Handanovic. Dopo l’ora di gioco Sanchez spreca una doppia chance, sulla prima grande parata di Hradecky; i nerazzurri creano tanto ma non concretizzano. Ad un quarto d’ora dalla fine ci prova anche Moses ma il portiere del Bayer non si fa sorprendere sul suo palo. L’Inter chiude la gara in 10 uomini per l’infortunio di Sanchez una volta che tutte e tre le finestre per i cambi erano state sfruttate; il cileno rientrerà in campo anche se visibilmente claudicante. All’ultimo minuto dei regolamentari Bellarabi stende Eriksen in area di rigore ma anche questa volta il penalty non viene concesso per un fallo di mano precedente di Barella; finale di gara tesissimo, ma alla fine l’Inter riesce a difendere il risultato ed approda in semifinale; lunedì prossimo i nerazzurri troveranno la vincente di Shakhtar Donetsk – Basilea.

 

Embed from Getty Images

 

(Fonte immagine in evidenza: pagina Facebook F. C. Internazionale)

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications.    Ok No thanks