Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

L’Inter batte 1-3 il Frosinone; i nerazzurri giocano perfettamente fino al goal dei ciociari, poi dopo qualche sofferenza di troppo, chiudono la gara al 93′.

 

Baroni sceglie il 3-5-2 con Ciofani insieme a Pinamonti in attacco; 4-2-3-1 per Spalletti, Borja Valero sostituisce l’infortunato Brozovic. L’Inter prende fin da subito il comando delle operazioni mentre il Frosinone adopera un atteggiamento attendista. Al 19’ i nerazzurri riescono a rompere la resistenza ciociara e passano in vantaggio: D’Ambrosio pennella un cross perfetto sulla testa di Nainggolan che segna con un incornata. Tre minuti dopo per i padroni di casa ci prova Paganini di testa con palla che finisce alta. Il ninja tenta di trovare la doppietta alla mezz’ora circa ma il suo tiro ad effetto esce lento ed impreciso. Al 35’ Chibsah atterra Skriniar in area e l’arbitro decreta la massima punizione: è Perisic sorprendente a presentarsi sul dischetto e non Icardi, il croato spiazza Sportiello per lo 0-2. A 5 minuti dell’intervallo Politano ha la chance di chiudere la gara ma Sporiello vince il duello personale deviando in angolo il tiro dell’ala destra. Doppio vantaggio per i nerazzurri alla fine del primo tempo. 

 

Embed from Getty Images

 

Nella ripresa i primi due tiri scagliati rispettivamente da Nainggolan e Chibsah terminano alti. Al decimo il colpo di testa in diagonale di Ciofani termina fuori non di molto. L’Inter sembra in controllo totale della partita quando al 62’ il Frosinone accorcia le distanze, Ciofani appoggia per Cassata che segna con un rasoterra angolato; Handanovic tocca senza riuscire ad evitare il goal dell’1-2. La gara cambia radicalmente: i padroni di casa hanno preso coraggio dopo la rete. Il neo-entrato Ciano va vicino al pareggio con una punizione che esce di poco a lato. Sul finale ci sono diverse azioni da una parte e dall’altra, Keita crossa molto forte per Icardi che manda alto di testa a porta quasi vuota. Al 93’ l’Inter chiude la gara con una grande azione di contropiede firmata Nainggolan, Joao Mario, Icardi e Vecino; l’ex capitano libera molto bene l’uruguagio che batte Sportiello. Per i ciociari è la resa definitiva, finisce 1-3. 

I nerazzurri rafforzano il terzo posto in classifica in vista dei due big match con Roma Juventus delle prossime settimane mentre per i laziali l’obiettivo salvezza si fa sempre più difficile. 

 

 

(Fonte immagine in evidenza: pagina Facebook F.C. Internazionale)

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi