Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Il nuovo colpo della Juve Stabia,Aniello Cutolo si presenta cosi al popolo delle vespe. Riviediamo alcune delle sue giocate

 

Nell’estate 2005 viene acquistato dall’Arezzo in Serie B che, dopo dieci partite senza alcun gol, nel mercato di gennaio lo cede al Verona ancora in cadetteria, dove rimane anche nel successivo campionato 2006-2007, culminato con la retrocessione in Serie C1. Con il club scaligero gioca 35 partite e segna 4 gol in un anno e mezzo.

Lascia così Verona e passa al Taranto che, anche grazie alle sue 13 reti, sfiora la promozione in Serie B.

L’anno seguente milita in Prima Divisione con il Perugia, rimanendovi fino all’agosto 2009, quando si trasferisce al Crotone, appena promosso in Serie B, dove gioca come titolare per due stagioni, nelle quali segna diciassette reti.

l 13 luglio il Padova annuncia il suo acquisto in comproprietà con il Crotone. Con i biancoscudati esordisce il 14 agosto 2011 in Coppa Italia mettendo a segno una doppietta.

Il 16 settembre segna il suo primo gol in campionato contro la sua ex squadra, ossia il Verona, facendo un’esultanza provocatoria dopo che il pubblico del Bentegodi lo aveva provocato per tutta la partita per l’errore di La Spezia che costò al Verona la retrocessione nell’allora Serie C1.[8]

Conclude la stagione 2011-2012 con i biancoscudati con trentadue presenze e otto gol segnati in campionato. Il 23 giugno 2012 il Padova si aggiudica alle buste l’intero cartellino del giocatore.[9]

Nel campionato di Serie B 2012-2013 il Padova, nonostante le sue 12 reti in 39 partite, non riesce a raggiungere i play-off.

Il 16 luglio 2013 viene ufficializzato il suo passaggio a titolo definitivo al Pescara. Il 24 agosto entra nel finale di partita subentrando a Giuseppe Mascara nella gara d’esordio contro la Juve Stabia, gara terminata 3-0 per i biancazzurri. In tutto mette insieme 30 presenze e 3 gol.

Il 27 agosto 2014 passa al Livorno in prestito con diritto di riscatto. Segna la sua prima rete con il club amaranto nel match Livorno-Latina 1-1 su calcio di rigore. Tocca quota 400 presenze con i club in occasione di Ternana-Livorno 0-4 del 18 ottobre, partita nella quale segna anche una doppietta. In sei mesi gioca 21 partite e segna 6 gol in campionato.

Il 2 febbraio lascia il Livorno perché si trasferisce all’Entella, nello scambio che riporta Marco Sansovini al Pescara; con la squadra ligure firma un contratto di 2 anni e mezzo con scadenza il 30 giugno 2017. Qui ritrova Ferdinando Sforzini e Ivan Pelizzoli, suoi compagni di squadra la stagione precedente a Pescara. Viene presentato alla stampa due giorni dopo al termine dell’amichevole Entella-Genoa 0-1  e debutta da titolare l’8 febbraio in Entella-Spezia 2-0.

Segna il suo primo gol in biancoceleste la settimana seguente in Entella-Trapani 1-1 in occasione della sua 400ª presenza complessiva nei vari campionati professionistici. Segna il suo 100° gol con i club il 25 aprile nell’1-1 contro l’Avellino. Con 15 presenze e 2 gol non riesce ad evitare la retrocessione dell’Entella dopo aver perso i play-out contro il Modena. Vittima di parecchi infortuni muscolari, torna in campo dopo 5 mesi l’11 ottobre nel corso di Perugia-Entella 0-0, con il suo club riammesso in Serie B come conseguenza dello scandalo calcioscommesse.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    OK No thanks