Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Focus di Giornata dedicato a Bruno Vicente, il Leone Sud Americano:

E’ arrivato a Castellammare Di Stabia da quasi due anni, un guerriero arrivato dal Sud America, precisamente da Cruzeiro do Sul in Brasile.

Fare gol non e’ il suo mestire, ma Vicente e’ il classico lottatore operario dai piedi buoni. Muscoli e polmoni che nella scorsa stagione aveva offerto apparenza e sostanza alla mediana di Fabio Caserta.

In questa stagione, il Brasiliano non e’ partito sempre titolare ma ogni volta che e’ stato chiamato in causa ha sempre offerto un contributo prezioso.

Sembra quasi una religione, una legge, ogni volta che affronti Vicente, o passa il pallone o passa l’uomo, mai tutti e due insieme.

Vicente e’ un Brasiliano che oramai vive in Italia da diversi anni, con tante esperienza alle spalle,ripetiamo non segna molto ma e’ un giocatore utile come un ombrello quando piove.

La promozione della Juve Stabia e’ passata anche attraverso le sue giocate, attraverso i suoi muscoli, attraverso il suo carisma perche’ Bruno e’ uno che dentro il campo e dentro lo spogliatoio si fa sentire, come un vero guerriero pronto per la battaglia, pronto per onorare la maglia in casa ed in trasferta, pronto a difendere i suoi colori.

In sintesi e’ questo Bruno Leonardo Vicente, il lottatore!

Complimenti Bruno…e’ tutto B..ellissimo!

La Carriera di Vicente secondo Wikipedia:

Nato a Cruzeiro do Sul Vicente iniziò la sua carriera nelle giovanili del Figueirense.

Nel 2008 passa al Campo Grande che lo gira in prestito al Treviso, club con cui fa il suo esordio da professionista il 25 aprile 2009 nella sfida contro la Ternana vinta (1-0) dai veneti.

Gioca poi con le maglie di Portogruaro e Padova dove segna il suo primo gol da professionista l’11 settembre 2010 nella sfida contro la Reggina vinta (4-0) dai biancoscudati; quest’ultima lo manda in prestito a Como e Botev Vraca, club della massima divione bulgara.

Il 26 luglio 2013 passa al Parma a titolo definitivo, nell’operazione che ha portato Francesco Modesto all’ombra del santo.Successivamente il 9 agosto, il Parma lo gira in prestito al Gorica, formazione della massima serie slovena. Il 1º luglio 2014 torna a Parma per fine prestito, rimanendo però fuori rosa.

Dopo il fallimento del club ducale rimane svincolato. Il 30 luglio 2015 si accasa all’Akragas, diventando il primo brasiliano nella storia del club siciliano, il 28 settembre del 2016 viene acquistato dall’ A.s. Melfi sul mercato svincolati. Fopo un buon campionato personale il Melfi retrocede e fallisce ripartendo dai dilettanti così la stagione successiva, accetta di tornare all’Akragas in Serie C.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi