Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Juve Stabia-Sicula Leonzio termina 4-0, ecco le parole di Caserta, Filippi, Melara e del presidente dei siciliani Leonardi.

 

 

Ecco le parole dell’allenatore delle vespe Fabio Caserta:” Il calcio di rigore dopo 5 minuti ci ha agevolato sicuramente, però poi dovevamo essere più cattivi. Avevamo speso tanto a Trapani, ma alla fine si può dire che oggi non abbiamo rischiato quasi nulla, abbiamo fatto una buona gara. L’unico rammarico è l’espulsione di Allievi. Per il resto non abbiamo avuto cali di tensione e abbiamo fatto un’ottima prestazione. Siamo un collettivo che ha tanta voglia di lavorare e di fare un campionato importante, sono contento di quello che stanno facendo tutti, non è assolutamente facile. Sono sicuro che non abbasseranno la concentrazione, ci saranno ancora tante insidie in campionato. Noi non guardiamo la classifica perché ora non ha senso, inoltre non è corretto parlare del calciomercato: io sono felicissimo di questa rosa e non ho bisogno di nessun altro calciatore, anche se può succedere di tutto. I calciatori importanti ce li abbiamo noi. Viola non ha giocato le ultime due gare ma si è fatto trovare pronto oggi. Questo è lo spirito giusto. I ragazzi devono andare d’accordo soprattutto tra di loro ed accettare le decisioni del mister. Questa squadra è composta da 27 giocatori uno più bravo dell’altro. Non ci voleva il secondo giallo di Allievi, forse era evitabile perché non stavamo soffrendo, ma capita, forse è stata la troppa foga. Chi lo sostituirà farà sicuramente la sua parte. Dobbiamo continuare a lavorare pensando solo a noi stessi, il nostro destino dipende solo da quello che facciamo noi, non dagli altri. Sono fortunato ad essere l’allenatore di questo gruppo. Melara è un caprone (ride ndr) perché neanche lui sa quanto è forte. Lui strutturalmente non c’entra nulla con questa categoria, ma può fare molto di più, soprattutto come continuità, glielo dico sempre perché so che può farlo. A livello fisico può correre senza fermarsi dal primo all’ultimo minuto, se riesce a capire le sue potenzialità può giocare tranquillamente anche in Serie B. Deve modificare queste pause che ha. Ho un buonissimo rapporto con tutti i giocatori che accettano sempre le mie scelte”. 

 

 

Parola quindi al direttore generale della Juve StabiaClemente Filippi:” Ogni gara nasconde le proprie insidie, in ogni caso a me dal campo sembrava che il rigore ci fosse, ma non voglio parlare dell’arbitro. Ora che siamo lì in classifica non dobbiamo cullarci su quello fatto finora. Ora che le squadre hanno tutte più i meno lo stesso numero di partite, dico che vogliamo essere la squadra più continua del campionato. Abbiamo una rosa tale che chiunque giochi fa bene. Viola è un esempio per il gruppo, ha permesso di aumentare il livello di questo gruppo, merita queste soddisfazioni. Oggi non potevamo aspettarci un pubblico molto numeroso perché si giocava alle 14:30 di mercoledì quindi è normale, ma spero che ci sia più gente nelle prossime partite. Si gioca sempre per vincere, ora pensiamo alla Vibonese”. 

Il presidente della Sicula Leonzio, Giuseppe Leonardi si è lamentato dell’arbitraggio:” Il rigore per la Juve Stabia non c’era, ma loro avrebbero comunque vinto. Il secondo goal ci ha atterrato definitivamente. Non chiedo di essere avvantaggiato, ma sono qui per chiedere agli arbitri lo stesso trattamento riservato alle altre squadre”. 

 

 

Infine tocca a Melara, autore di una grande gara condita da due assist:” Devo essere sincero, in tutta la mia carriera non mi è mai capitata una partenza così bella. Ora pensiamo oltre, ero un po’ arrabbiato per non aver giocato a Trapani, ma va bene così. Il mister per la partita di oggi ci aveva chiesto di pressare alti ed è così che abbiamo propiziato il rigore che ci ha permesso di andare in vantaggio. Sin dall’inizio della stagione si è capito che questo è un grande gruppo. Gli avversari più pericolosi siamo proprio noi stessi, non guardiamo la classifica, bastano due o tre passi falsi per essere agganciati dalle altre squadre. Sono soddisfatto della prestazione, ma se si vuole arrivare in alto si devono correggere alcuni errori che ancora facciamo. Dobbiamo preparare al meglio la prossima partita, anche se non c’è molto tempo. Dobbiamo continuare così, ai tifosi dico di continuare a venire numerosi, vedo tante famiglie allo stadio, mi fa piacere, cerchiamo di coinvolgere più gente possibile”. 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi