L’arrivo di Spalletti fra dubbi ed incertezze

23 Maggio 2021. Il Napoli di Gaeenaro Gattuso affronta, nell’ultima partita di campionato, il Verona di Ivan Juric all’allora San Paolo. La squadra ospite arriva con il portiere di riserva e tre ragazzi della Primavera in campo. Eppure la squadra di Gattuso, che ha sempre dimostrato di essere mentalmente fragile, non va oltre il pareggio per 1 a 1.

Risultato: il Napoli finisce quinto un punto dietro alla Juventus. I rapporti, già tesi (e probabilmente da tempo agli sgoccioli) fra presidente ed allenatore si fanno bollenti e Gattuso viene esonerato. Riparte il toto allenatore ma stavolta con poco interesse dei tifosi. E, dopo qualche giorno, viene annunciato il nuovo tecnico partenopeo: Luciano Spalletti.

Lo scetticismo dei tifosi fu non generale, quasi assoluto. Spalletti, nonostante gli ottimi risultati con Udinese (portò la squadra friulana in Champions), Roma ed Inter, aveva la fama di rompi spogliatoio. Infatti alla Roma, in particolare nella seconda esperienza, facevano più notizia i suoi litigi con Totti che i risultati sportivi.

All’Inter Icardi litigò più volte con il tecnico, tanto da arrivare a fingere un infortunio facendo nascere la stella di Lautaro Martinez. Queste notizie, unite all’uscita della serie tv prodotta da Amazon Prime su Francesco Totti “Speravo de morì prima”, non fecere che aumentare i dubbi nell’ambiente dei tifosi napoletani.

Infatti nella serie Spalletti viene, in poche parole, rappresentato come un uomo arrogante, testardo al limite della stupidità e ostile verso Totti (tanto che Capello criticò fortemente la serie). Quest’immagine non contribuì minimamente all’accettazione dei tifosi, ma De Laurentiis tirò dritto.

Le prime avvisagli che, tuttavia, Spalletti fosse un ottimo acquisto arrivò dai tifosi dell’Inter. Infatti molti supporter nerazzurri conservano un’immagine positiva di Spalletti, ricordando che, prima di lui, l’Inter non si era qualificata neanche per la Champions League. Inoltre uno youtuber di fede interista, Luca Mastrangelo, definì Spalletti “Sexy Luciano”.

Esclusiva, intervista a Luca Mastrangelo

Quest’affermazione, unita ai primi risultati molto buoni, i tifosi cominciarono ad apprezzare il tecnico toscano. Ovvero le otto vittorie consecutive (dieci risultati utili nelle prime partite) in campionato e un pareggio da 2 a 0 a 2 a 2 contro il Leichester in Europa League. Insomma i rapporti si erano ricuciti, almeno in parte.

Poi il crollo in campionato, culminato nella sconfitta contro l’Empoli (i tre gol in otto minuti), esacerbò ancora di più i tifosi, nonostante il terzo posto in campionato. Tanto che, quando il presidente si complimentò con la squadra, molti tifosi chiesero la testa di Luciano Spalletti perché era, a detta loro, l’unico colpevole.

Dimenticando però che, contro Roma ed Empoli (quando gli azzurri erano a sei punti dal Milan primo quindi ancora in corsa), i tifosi al Maradona non arrivavano a ventimila. E, dopo la “pessima” campagna acquisti di questa stagione, molti chiesero di nuovo l’esonero di Spalletti. Come sappiamo le cose andranno diversamente.

Ma, citando Michael Ende, questa è un’altra storia che dovrà essere raccontata un’altra volta.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Vincenzo Feola : ” Roberto Fiore è stato un grande Presidente “

Vincenzo Feola ex difensore della Juve Stabia ha parlato nel corso del Memorial Musella: Gaetano Musella - Nino aveva qualità infinita in campo che dava consigli,...

Giovanni Taranto nella “Storia del giallo di Napoli”

Napoli, capitale italiana del noir, del poliziesco e del crime grazie al “Festival del Giallo”- Tra i protagonisti Giovanni Taranto e il suo Capitano Mariani che entrano a far parte della “Storia del giallo di Napoli” (Homo Scrivens)

Nicola Mora : ” A Napoli serve entusiasmo, la Juve Stabia in B è una grande soddisfazione”

Nicola Mora ex calciatore del Napoli ha parlato ai nostri canali nel corso del Memorial Musella: Su Gaetano Musella -Ho voluto dare il mio contributo per...

Vincenzo Onorato : ” Adorante farà bene anche in Serie B”

  Vincenzo Onorato ex bomber delle vespe ha parlato nel corso del Memorial Musella Gaetano Musella - Nino era un genio del calcio è stato un piacere...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA