" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Cittadella-Salernitana: 4-3

Cittadella-Salernitana: Alla vigilia doveva essere per la Salernitana la partita della ripresa per allontanare una crisi di risultati impressionante, ma alla fine la gara del Tombolato si chiude con l’ennesima sconfitta in trasferta la quinta consecutiva. I granata perdono 4-3 con le reti di Djuric, Giannetti e Kiyine. Nonostante il risultato possa sembrare per la Salernitana una sconfitta sfortunata invece è tutto l’opposto i granata hanno fatto una pessima prestazione, di seguito le pagelle dei calciatori granata

 Cittadella-Salernitana:le pagelle dei calciatori granata

Micai 6. Tiene a galla la Salernitana con un paio di parate buone, si sofferma solo a limitare i danni ma comunque ha preso quattro reti anche se non è del tutto colpa sua, in questo campionato si sta  riprendendo la rivincita rispetto all’anno scorso

Karo 4. Oggi una pessima prestazione del cipriota anche per via della scarsa copertura di Lombardi. Sempre in ritardo negli interventi, viene spesso saltato dall’avversario

Billong 5,5. Il migliore del terzetto difensivo, l’unico a lottare in tre circostanze ferma Diaw lanciato a rete fermandolo con il suo fisico possente

Pinto 4. In apnea totale tutte le azioni pericolose del Cittadella nascono dal suo lato. Sulle tre reti dei veneti la colpa è sua venendo rimproverato vivacemente da Ventura, pomeriggio da incubo

Jaroszynki 5. Si è capito oggi perché l’allenatore granata non la mai impiegato come esterno di centrocampo, commette solo falli inutili ed è spesso nervoso e spaesato per ora è bocciato a centrocampo il suo ruolo ideale è fare il difensore dove almeno si è comportato egregiamente

Di Tacchio 4,5. Pessima partita del capitano viene sovrastato da Iori  e dai  funambolici dei centrocampisti veneti, oggi non era in giornata tanto che viene sostituito

Akpa  Akpro 4,5. Colpevole sul gol del momentaneo pareggio dei veneti, ha giocato una partita pessima molto lento viene sempre anticipato

Kiyine 5. Dopo oltre di un’ora di assoluta anonimato trasforma il rigore che riaccende la partita, ma per tutta la partita si sente nervoso

Lombardi 6,5. Sforna il cross che permette a Djuric di segnare la rete del vantaggio della Salernitana prima del tracollo. Sulla fascia di competenza è un motorino, è lui a conquistarsi il rigore della speranza, bella prova dell’ esterno laziale

Giannetti 4,5. Finalmente si sblocca dopo quattro mesi. Oggi nonostante la rete è stato assolutamente disastroso, perennemente in ritardo e costantemente anticipato in poche parole un disastro. Al 95′ minuto in un contropiede da solo davanti a Paleari si fa neutralizzare un rigore in movimento una situazione assurda il suo acquisto al momento si è rivelato una grande bocciatura

Djuric 6,5. Il Cittadella gli porta bene l’anno scorso all’Arechi gli ha rifilato una tripletta. Si danna l’anima lotta come un leone per ora sta dimostrando di meritarsi la maglia da titolare, in tutte le azioni pericolose della Salernitana c’è il suo zampino

Maistro 4,5. Mai in partita una sola conclusione all’85  minuto ma troppo poco per un giocatore che nelle precedenti partite aveva impressionato per la sua immensa tecnica e adattamento al ruolo in campo

Dziczek 5,5. Viene mandato in campo da Ventura al posto del capitano Di Tacchio ma la sua prova non è stata convincente. In fase di non possesso è in difficoltà, ma quando ha la palla tra i piedi mostra le sue doti tecniche, deve crescere ma è entrato in campo in un contesto difficile per la Salernitana

Cicerelli 6,5. Tutti non si spiegano come mai questo giocatore sia in panchina. Il suo impatto nella sfida è stato determinante appena entra in campo la Salernitana inizia a produrre tantissime occasioni da reti questo è un giocatore da tenere sempre da titolare

Ventura 4,5. Una vittoria in nove gare numeri impietosi da zona retrocessione, cinque sconfitte consecutive in trasferta, formazione sbagliata con Jaroszynki esterno di centrocampo una delusione ne risente anche la difesa che soffre da pazzi. Cicerelli in panchina una scelta errata, rinunciano dare le indicazioni e vivere il finale del match seduto in panchina con uno sguardo  assente è la situazione più preoccupante di tutto, se è proprio l’allenatore si arrende è una situazione moltissimo preoccupante.

Cittadella-Salernitana

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami