Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Anche il Sassuolo del grande ex Iachini (che accoglienza per lui!) espugna il “Ferraris”, dopo una partita combattuta ma equilibrata solo nel primo tempo. Nella ripresa invece gli ospiti hanno prevalso complice anche un calo fisico della Sampdoria.

Le formazioni

Nel 4-3-1-2 di Giampaolo si rivede come esterno sinistro di difesa il croato Strinic, al rientro dopo l’infortunio. Per il resto, formazione invariata con Ramirez riconfermato alle spalle di Quagliarella e Zapata.

Il Sassuolo di Beppe Iachini schiera un 4-3-3 che ha come terminali di attacco Berardi, Falcinelli e Politano.

Primo tempo

Dopo circa dieci minuti, la prima conclusione verso la porta è di Falcinelli che, imbeccato da un cross di Peluso, colpisce di testa ma centralmente (13′).

Subito dopo, reagisce la Sampdoria con un tiro di Ramirez che, innescato di petto da Quagliarella, calcia fuori(14′).

Blucerchiati ancora pericolosi con una doppia occasione: prima un traversone di Strinic che sfiora il palo e poi un colpo di testa di Silvestre che stacca molto bene, a seguito di un calcio d’angolo, ma non inquadra la porta (18′).

Le occasioni fioccano da ambo le parti nell’ambito di una partita gradevole: al 21′ Praet calcia a lato a seguito di un corner di Torreira.  Al 27′ Quagliarella calcia al volo ma la palla non coglie lo specchio.

Si vede anche il Sassuolo con un violento sinistro di Duncan sul fondo (29′) e poi con una conclusione debole di Berardi dopo una ubriacante azione personale (30′).

Dall’altra parte, è Zapata a calciare incredibilmente alto a seguito di un calcio d’angolo di Torreira, corretto da Barreto (32′). Il risultato non si sblocca.

Al 40′ Sassuolo a un passo dal vantaggio: è Viviano che ci mette una pezza su due conclusioni ravvicinate di Politano e Berardi.

Infine, è Quagliarella che sfiora la rete del vantaggio ma Lirola riesce a deviare (43′).

Termina così il primo tempo.

Embed from Getty Images

Secondo tempo

Inizio a spron battuto da parte degli ospiti che si rendono pericolosi con Politano (6′) e segnano con Falcinelli (8′) ma il gol è annullato per fuorigioco.

La Sampdoria è sotto pressione e cominciano ad affiorare anche problemi fisici: al 12′, infatti, Zapata deve uscire per lasciare il posto a Caprari.

Quest’ultimo si rende pericoloso su punizione (21‘). Poi è Ferrari che colpisce di testa su cacio d’angolo di Torreira (26′). Ma è un fuoco che va spegnendosi.

Giampaolo prova quindi la carta Kownacki per Ramirez, con Caprari che viene spostato a trequartista (34′). Iachini toglie Berardi per Matri.

Poco dopo, rigore per gli ospiti  causato da Ferrari, che intercetta con il braccio un cross di Politano (36′).  Sul dischetto va lo stesso Politano, ma Viviano indovina l’angolo e para; il portiere si riscatta così alla grande dopo le ultime critiche, ricevute a seguito della “papera” di Cagliari.

Giallo Var

In occasione del rigore parato, Viviano respinge verso Falcinelli, ma il tentativo di quest’ultimo viene fermato dalla mano di Torreira: grandi proteste del Sassuolo per il mancato utilizzo del Var da parte dell’arbitro Gavillucci, che ci stava. Nell’occasione viene invece ammonito Goldaniga (38′).

 Matri colpisce allo scadere

Sostituzione di Iachini: dentro Ragusa per Politano (43‘). La svolta della partita, perché è proprio il nuovo entrato che confeziona un cross su cui si avventa Matri che in girata fa secco Viviano (45′).
I 6 minuti di recupero concessi dall’arbitro servono alla Sampdoria per assediare la porta avversaria ma senza creare altri pericoli.

 Ancora una sconfitta beffarda per la Sampdoria

La Sampdoria, dopo un buon primo tempo, si spegne pian piano nella ripresa e i cambi di Giampaolo non riescono a cambiare le sorti del match.
La sconfitta è bruciante ma meritata.
E adesso, con un punto nelle ultime quattro partite, in casa Samp è il caso di cominciare a preoccuparsi, specie perché bussa alle porte la proibitiva trasferta di Napoli a cui bisognerà cercare di arrivare in condizioni migliori di quelle odierne.

Il tabellino

Sampdoria-Sassuolo 0-1

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Strinic; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez (dal 34′ s.t. Kownacki); Quagliarella, Zapata (dal 12 s.t. Caprari). A disposizione: Puggioni, Tozzo, Andersen, Sala, Djuricic, Regini, Verre, Capezzi, Murru, Ivan. Allenatore: Giampaolo.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Goldaniga, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Berardi (dal 28′ s.t. Matri), Falcinelli (dal 46′ s.t. Cannavaro), Politano (dal 43′ s.t. Ragusa). A disposizione: Marson, Pegolo, Mazzitelli, Scamacca, Pierini, Frattesi, Gazzola, Oliveira. Allenatore: Iachini.

Arbitro: Gavillucci di Latina.

NOTE: ammoniti al 37′ p.t. Falcinelli, al 4′ s.t. Lirola, al 21′ s.t. Ramirez, al 28′ s.t. Berardi, al 38′ s.t. Goldaniga e al 47′ s.t. Consigli; recupero 0′ p.t. e 6′ s.t.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    Ok No thanks