Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Il Napoli vince di rigore – 1 a 0 alla Juventus

Uno a zero, gol di Insigne su rigore al 31′ minuto. Tanto basta al Napoli per vincere questa partita. E sono tre punti fondamentali per il morale e per la classifica. Grande difesa e soprattutto grande portiere. Ospina, ormai titolare, si fa male durante nel riscaldamento. E Meret entra in campo e dimostra subito di essere un grande giocatore. Alex Meret infatti chiude la porta e salva il Napoli.

La partita, per i i primi trenta minuti, è bloccata. Poi l’episodio chiave. Punizione di Insigne, il capitano mette in mezzo. Il cross non è un granché e Szczesny è in netto anticipo su Rrhamani. Ma Chiellini allunga troppo le mani e colpisce il faccia il difensore ex Verona. Doveri viene richiamato al VAR è alla fine assegna il rigore. Sul dischetto si presenta il capitano che regge la tensione e fa cento con la maglia azzurra.

Embed from Getty Images

La Juventus reagisce ma non costruisce palle gol o azioni pericolose. Ma nel secondo tempo la musica cambia. I bianconeri attaccano ma la difesa regge anche grazie a Meret. Al 47′ Bernadeschi scivola calciando un angolo ma la palla arriva a Cristiano Ronaldo che, incredibilmente, calcia addosso a Meret, bravo a rimanere in piedi.

Al 57′ sempre Bernardeschi serve Chiesa su punizione. La palla arriva a Chiesa che tira potentemente impegnando Meret. L’estremo difensore del Napoli si rifugia in calcio d’angolo, salvando il risultato. La Juventus domina, ma i padroni di casa reggono. Al 68′ Ronaldo per un pelo non devia in porta un tiro sballato di Alex Sandro. I partenopei vanno letteralmente in pezzi. Bakayoko zoppica, Insigne alla fine non né ha più ed esce, Meret, per i crampi, smette anche di tirare i rinvii dal fondo.

All’85’ doppia occasione per i bianconeri. Prima Chiesa, su errore di Insigne, sfiora il palo alla destra di Meret. E, un minuto dopo, Morata, sempre servito da Chiesa, tira a botta sicura, ma il portiere napoletano si supera e mette sul fondo. Da sottolineare che Lozano, dolorante per i crampi ma rimasto i campo, cambi finiti, al 90′ riesce a mettere in fallo laterale una palla vagante al limite dell’area di rigore.

Vittoria di cuore e di mentalità. Vero che in questa stagione ha dimostrato di essere altalenate ma, forse, questa può essere la partita della svolta. Sperando che Insigne e Lozano possano essere titolari contro il Granada in Europa League.

Leggi anche

Segui

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x