Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Serie B: Un sabato d’imprese. Vittorie per Parma, Ascoli e Ternana su Empoli, Frosinone, Carpi e Cittadella. Classifica in alto e in basso rivoluzionata. Ecco cos’è successo.

Serie B: Un sabato che non aspetti. Risultati che in un certo modo cambiano o accorciano la classifica sia in testa che in coda. Cominciamo dall’alta classifica che vede la capolista Empoli acciuffare il pareggio a lo Spezia. Nel primo tempo su una punizione chirurgica di Lopez, Spezia in vantaggio. Nella ripresa il giovane attaccante Alessandro Piu che sostituiva l’infortunati Donnarumma e Rodriguez pareggia per la capolista.

Impresa Parma al Tardini. Vince lo spareggio promozione con il Frosinone e la promozione diretta è lontana solo due punti. Mattatore del pomeriggio Di Gaudio che con una doppietta nel primo tempo affonda i ciociari. Non approfittano della situazione Palermo e Bari entrambe fermate sul pareggio da Pescara e Salernitana.

I rosanero in vantaggio con l’assolo di Coronado al 24’ viene raggiunto da un rivitalizzato Pescara da Pillon con il gol di Valzania. Pescara che nella ripresa ha la palla del KO ma Pomini salva il tiro dal dischetto di Brugman. Palermo che aggancia al secondo posto il Frosinone ma i tifosi aspettavano altro. Come aspettavano meglio quelli del Bari che hanno visto i galletti andare in vantaggio nel primo tempo grazie alla sfortunata deviazione di Minala sul tiro cross di Henderson.

Impresa del Foggia a Cremona. Un 0-4 firmato Kragl, Mazzeo e Nicastro nel primo tempo e Zambelli nella ripresa su una Cremonese in caduta libera. Foggia a ridosso della zona play off, Cremonese alle soglie di quella play out.

In coda segnaliamo la goleada della Ternana 5-1 sul Cittadella in nove uomini con la tripletta di TremoladaMontalto e Signori che rimontano l’iniziale vantaggio di Iori dal dischetto. Vince pure l’Ascoli con le reti di Monachello e Mengoni sul Carpi. Vittorie quest’ultimi che mettono in ansia diverse squadre.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi