Cultura: al via “#lettialbar”. Quattro locali della movida casertana “offriranno” libri ai clienti. Venerdì la presentazione da “Barbeq” a corso Trieste.

Booking.com

Diffondere la cultura e l’amore per i libri, stabilendo una virtuosa sinergia con alcuni dei locali della movida casertana. Con questi obiettivi nasce #lettialbar, iniziativa promossa dal Rotary Club “Caserta Reggia” in collaborazione con “Festbook”, la Festa della creatività, dei libri e della follia, le librerie “Pacifico”, “Giunti al Punto” e “Guida”, e con i quattro locali che ospiteranno i libri da “offrire” ai clienti, ovvero “Barbeq” di corso Trieste, il “Gran Caffè Margherita” di piazza Dante, il “Folie Café” di piazza Vanvitelli e “L’Altro Caffè” di piazza Matteotti.
Venerdì 14 dicembre alle ore 11 l’iniziativa sarà presentata presso il bar “Barbeq” di corso Trieste durante il primo confronto sulla cultura a Caserta, al quale parteciperanno, tra gli altri, Roberto Mannella, presidente del Rotary Club “Caserta Reggia”, e il giornalista Luigi Ferraiuolo, curatore di #lettialbar, che modererà l’incontro. L’appuntamento sarà l’occasione per spiegare nel dettaglio l’iniziativa, che ha visto il Rotary donare ai locali 31 libri di diverso genere e di autori prevalentemente casertani, campani o che comunque hanno ispirato le loro storie al Meridione. E’ stato allestito, quindi, una sorta di “menù di libri” al quale gli avventori potranno liberamente attingere. Un altro obiettivo dell’iniziativa è quello di dar vita ogni mese ad incontri culturali e letterari, partendo dai quattro bar che hanno aderito al progetto. Protagonisti di questi momenti di confronto, naturalmente, saranno alcuni tra gli autori presenti nella selezione di testi donati ai locali. Si tratta di un’iniziativa che ha riunito diversi partner importanti della città sotto il profilo culturale e sociale e che è aperta al contributo di altre realtà interessate allo sviluppo e alla crescita della comunità.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato il presidente del Rotary Club Caserta Reggia, Roberto Mannella – è quello di stimolare i giovani a leggere, cercando di unire i momenti dedicati alla cultura e al divertimento. Come amiamo dire insieme agli altri promotori di questa iniziativa, se i giovani non vanno in libreria, i libri vanno dai giovani. Inoltre, puntiamo anche a valorizzare gli scrittori del nostro territorio e a rilanciare una nuova narrazione di una terra bella e ricca di talento come la nostra”.
“Siamo contenti – ha aggiunto Luigi Ferraiuolo, giornalista e curatore di #lettialbar – di aver portato avanti un’idea innovativa, grazie alla quale le persone, e in particolare i giovani, avranno la possibilità di leggere un libro mentre sono intenti a gustare un caffè o una tazza di the. Siamo certi che da qui partirà un percorso importante, che ci consentirà di dar vita ad una serie di appuntamenti di grande interesse sotto il profilo culturale”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email