Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo
Napoli, in Via Morghen (quartiere Vomero) è stata apposta una pietra d’inciampo in ricordo del piccolo Sergio De Simone, all’altezza della casa in cui il piccolo abitava con la famiglia.

Napoli, pietra d’inciampo in ricordo di Sergio De Simone

Il piccolo Sergio De Simone nacque a Napoli, nel quartiere Vomero, il 29 novembre 1937. Fu deportato ad Auschwitz il 4 aprile 1944. Fu poi usato come cavia umana e sottoposto agli esperimenti ‘medici’ sulla tubercolosi compiuti dal dottor Kurt Heissmeyer nel campo di concentramento di Neuengamme presso Amburgo dove poi fu ucciso il 20 aprile 1945.
Sergio (6 anni) era il cuginetto di Andra e Tatiana Bucci che all’epoca avevano 6 e 4 anni, superstiti ad Auschwitz.  Nel cartoon “La Stella di Andra e Tati” di cui consiglio la visione (cliccando qui) il momento in cui il piccolo Sergio viene separato dalle cuginette con l’inganno di incontrare la tanto amata mamma.

Napoli, tante iniziative messe in campo dall’Amministrazione Comunale

Una corona di fiori è stata deposta nella piazzetta nei pressi del borgo Orefici in memoria di Luciana Pacifici morta a soli 8 mesi. Luciana Pacifici è la più piccola delle vittime napoletane dell’Olocausto. Commemorazione anche in Piazza Bovio dove lo scorso anno sono state poste nove pietre d’inciampo.
(foto pubbliche su Facebook)
Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x