" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Scafati, due notizie per i cittadini, dai canali social del Sindaco Cristoforo Salvati, apprendiamo:

Scafati – Prima notizia: “Incontro con responsabili della Gori per lo sversamento non depurato nel canale Bottaro”.

Con l’assessore Alessandro Roberto Arpaia ho incontrato il dirigente dell’Ente Idrico Campano e i responsabili della Gori.

A loro abbiamo posto la problematica dello sversamento non depurato nel canale Bottaro, conosciuta da oltre 30 anni ma mai affrontata in termini risolutivi. Abbiamo chiesto agli enti responsabili di verificare a stretto giro la possibilità di incanalare lo sversamento nella fogna comunale di via Diaz attraverso un tubo di raccordo.

Questo eviterebbe che il canale Bottaro continui ad essere una fogna a cielo aperto che emana odori nauseabondi soprattutto con il sopraggiungere del caldo. Allo stesso tempo l’assessore Arpaia ha posto il problema del controfosso dx dove all’incrocio con via Nuova San Marzano c’è uno sbocco di uno sversamento autorizzato proveniente dalle industrie che insistono sulla stessa via. Si valuterà la possibilita’ di incanalare questo sversamento nella costruenda fogna.

È nostro fermo intento di sottoporre a controlli periodici le industrie che hanno autorizzazione allo sversamento ma di acque depurate. Tali controlli dovranno essere espletati con l’Arpac che all’incontro di ieri non era presente. Provvederemo a richiedere un nuovo incontro con l’Arpac. Inoltre, all’incontro di ieri, dovevano intervenire anche i rappresentanti della regione Campania responsabili della realizzazione della rete fognaria che per motivi di organizzazione non hanno potuto partecipare e con i quali ci vedremo la prossima settimana.

A loro chiederemo di attuare una variante al progetto della rete fognaria che non prevede la realizzazione della stessa per via Montegrappa.”

Seconda Notizia: “Convocato il Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza”

Si è riunito questa mattina, ovviamente per via telematica, il Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza, convocato, su mia richiesta, dal prefetto di Salerno Francesco Russo per discutere della questione sicurezza a Scafati.

All’incontro erano presenti, ovviamente, anche i vertici provinciali delle forze dell’ordine, il questore di Salerno Maurizio Ficarra e i comandanti di carabinieri e guardia di finanza, il tenente colonnello Gianluca Trombetti e il generale di brigata Danilo Petruccelli. Voglio, prima di tutto, ringraziare il prefetto per aver dato riscontro alla mia richiesta.

Anche stamattina ho ribadito la necessità di una maggiore attenzione da parte dello Stato al nostro territorio (alla luce degli ultimi inquietanti eventi di cronaca), attraverso il potenziamento dei servizi di controllo e l’incremento degli organici delle forze dell’ordine già presenti.

Il prefetto Russo ha condiviso le mie preoccupazioni, facendole proprie ed impegnandosi a concordare, insieme ai vertici provinciali delle forze dell’ordine, un piano di intervento operativo per rendere più sicura la nostra Scafati.

Rispetto alla mia richiesta di assegnare nuove unità alla locale tenenza dei carabinieri, non sarà possibile un riscontro a breve termine, ma il colonnello Trombetti mi ha assicurato che, nelle more, disporrà per Scafati una serie di servizi di controllo aggiuntivi, proprio per garantire una presenza maggiore degli uomini dell’Arma sul territorio.

Questo è solo un primo traguardo raggiunto: il nostro obiettivo resta l’incremento degli organici delle forze dell’ordine già presenti, con l’attribuzione di nuove risorse, sia in termini di uomini che di mezzi.

L’ho ribadito anche stamattina durante la riunione, sottolineando che c’è bisogno di uno sforzo ulteriore da parte delle istituzioni preposte affinché si possa fronteggiare in maniera risolutiva l’emergenza sicurezza nella nostra città, evitando un’ulteriore recrudescenza della criminalità, in ogni sua forma.

Leggi altre news:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami