" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Una nuova tappa nella  carriera artistica della Dottoressa Licciardi, un nuovo riconoscimento tributatole dall’ Associazione Terronian, presieduta da Sara Ancarola e Salvatore Di Matteo.

Il 16 luglio c.a. a Villa Lucrezio, con una delle vedute più belle che la città di Partenope possa offrire, l’associazione Terronian ha voluto premiare le realtà di spicco e di prestigio del nostro territorio: dall’enogastronomia allo sport, dal teatro alla musica, dall’imprenditoria alla scienza.

Hanno esposto, infatti, “Farina Polselli”, “Birra Dab”, birra artigianale del gruppo Radeberger, Vini “Villa Vignae”, Pastificio “Di Martino”, Conserve “Valgrì”, al cui stand Giuseppe Coppola ha allestito la degustazione di un nuovo prodotto: il podomorino del piennolo pronto da servire perchè cotto al forno; Caseificio “Euroiovine”, Oleificio “Punzo”e il suo olio extravergine, Panificio “Rescigno” che ha splendidamente esposto il frutto dei suoi forni e “Marr Group”.

Il menù era assolutamente teso alla celebrazione delle eccellenze campane a tavola;  Salvatore Di Matteo ha indossato nuovamente le vesti da pizzaiolo per servire montanare e frittatine in versione finger food, mentre lo chef
Arturo Fusco (chef executive di Villa Lucrezio) si è cimentato con una calamarata in cui il mare si sposa alla terra, seguito da un risotto con zucca e maialino nero casertano. La garbata conduzione della serata è stata affidata a Peppe Giorgio e a Sara Ancarola, che ha regalato ai presenti le sue interpretazioni di brani tratti dal suo ultimo lavoro discografico, accompagnata al piano da Antonio De Luise, da Domenico Andria al contrabbasso e da Davide Cantarella alle percussioni.

Tra i premiati erano presenti: Giuseppe Bruscolotti, Antonio Starita (la pizza a Materdei fin dal 1901 ), Antonio Romano (voce storica di Radio Amore), Gino Rivieccio che ha salutato tutti con i versi che  Totò dedicò alla luna (‘A cunsegna), il professor Antonio Giordana che, nel suo intervento, ha saputo donare parole di speranza e di incitamento affinchè “si salvaguardi con attenzione quella larga parte del nostro territorio che appartiene ancora a buon diritto alla Campania Felix” e Consiglia Licciardi che ha ritirato il premio con una dicitura assai significativa: quella di essere ambasciatrice emigrante della canzone napoletana nel mondo.

Acclamata a gran voce dal pubblico e, in particolare, dalla signora Marisa Fierro, Consiglia Licciardi è tornata sul palco per eseguire una ispiratissima “Reginella”, accompagnata con la chitarra dal Maestro Peppe Licciardi (autore, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra); due musici di rango che proporranno un nuovo spettacolo al Maschio Angioino, nella serata del 1° agosto, intitolato “Consiglia Licciardi in Melos”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami