Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

 Nuovo evento de Leottoezerotre

Nell’ambito delle manifestazioni natalizie solidali che si svolgono a Napoli, l’associazione Leottoezerotre ha dato ampio respiro ancora una volta ad un evento. Due giorni nel nome dell’Arte e della solidarietà, unendosi  alla causa di Save the Children a “Mani ferme” e col patrocinio del Comune di Napoli.

L’evento si è svolto nel locale di nuova apertura sito nel centro storico di Napoli, lo Slash, location nata per ospitare Arte in collaborazione con gli eventi culturali che avverranno nella città, fungendo da centro e di partenza per escursioni e  per ritrovare, nell’ accogliente sito. musica e degustazioni.

L’evento è stato aperto venerdì 12 dicembre con l’ esposizione di artigiani e pittori che hanno fatto da cornice ad un programma culturale nel segno della musica. Causa problemi tecnici, non tutti i musicisti (tra cui Marco de Vita e i Metropolitan Jazz Trio) hanno potuto esibirsi ma hanno comunque  supportato con la loro presenza chi poi l’ha fatto. Dopo l’intervento di Gennaro Morrone, attore che ha saputo far sorridere il pubblico presente con le sue gag efficaci e di successo, tipiche dell’attore con un  lungo percorso artistico, si sono esibiti i Soul Six Vocal Group, band che,  data la sua forte vocazione per il gospel,  è riuscito a riscaldare degnamente la serata, emozionando  e  facendo dimenticare gli imprevisti di cui sopra.

Circondati dalla calda atmosfera del pubblico, tra le opere pittoriche di Carlotta Infranca Granata, Carmen d’Auria, l’artigianato presepiale di Luca di Gennaro, le opere natalizie di Tiziana Crociera e le opere di fimo di Alessandra Grasso, i preziosi monili dal design che sposa degnamente la classica tradizione e quella al passo dei tempi di Emanuela Maraolo, le ceramiche di Sarah della Monica, questo gruppo ha eseguito brani del classico repertorio internazionale col solo ausilio della voce e della tastiera. Presente un’ opera di Francesco Paolantoni: artista poliedrico, testimonial dell’associazione , nella sua veste  di mosaicista ha omaggiato l’evento con una sua opera in esposizione intitolata “Pinocchio” e realizzata con dadini di pane.

Sabato mattinata all’ insegna della solidarietà e per i bambini. A tinte rosse,calde e natalizie, si è aperta la mattinata ai bambini che, dopo aver preso parte ad un breve e divertentissimo corso di ceramica istruito dalla ceramista Sarah della Monica, hanno preso parte e sono stati la colonna portante di  una giornata dedicata a loro. I ragazzi in rappresentanza di Save the Children hanno distribuito e raccontato l’opera che svolge quest’associazione nel mondo e nello specifico della città di Napoli, soprattutto nelle periferie più disagiate quali Sanità e Barra denominati “punti  luce “ , offrendo attività gratuite extra scolastiche ai bambini e supportando la campagna “Mani ferme”,  incentrata sul rapporto genitori-figli sempre più in crisi per una serie di cause non solo economiche ma sociali e culturali, supportando ed educando i genitori ad un rapporto di dialogo e non d’imposizione perchè i bambini di oggi sono gli uomini di domani.

Le cantanti  Monica e Beba Ferrigno, due sorelle, due voci ad incastro: la prima  -bianca e acuta- s’insinua tra le caldi e graffianti tonalità nere della seconda, non occorre altro, si completano. Ad accompagnarle agli strumenti Alfonso La VerghettaMarco de Vita e Gennaro Barba , hanno intonati canti natalizi per i bambini che con gli occhi pieni di gioia e speranza ascoltavano e partecipavano a questo special concert. Sul finire le giovani promesse, tutte giovani ragazze del coro di Musicapnea della scuola di canto di Renato Maggio, hanno eseguito  col solo ausilio della base, a gruppo e da soliste, brani famosi chiudendo cosi quest’evento che è voluto essere nell’ idea organizzativa un incontro raccolto, dove si potesse interagire in maniera più ravvicinata col pubblico presente, giacché l’Arte non va sempre rappresentata su grandi palchi ma resa fruibile a tutti dalla tenera età a salire. Se poi ci aggiungiamo l’aspetto solidale diventa una priorità.

Attendiamo a breve, i prossimi eventi di quest’associazione

photo & video Angela Garofalo

 

 

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x