Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Anche il Vesuvio si veste di rosso e di Natale

Alla Dimora Le Fumarole arriva, quest’anno per la prima volta, il Christmas Village, per volontà dei proprietari che, con questo evento, hanno voluto da un lato offrire un pizzico di atmosfera natalizia dai sapori mitteleuropei ai loro affezionati ospiti, e dall’altro hanno posto l’accento su due tematiche non trascurabili in questi anni: l’ handmade campano e il sostegno al territorio, anche dal punto di vista squisitamente gastronomico. Lontani dalla produzione seriale, ben radicati nel territorio, tra i desiderata di questo bed & breakfast c’è, fin dall’apertura, l’obiettivo di rendere il Vesuvio un luogo d’arte e di cultura, come -giustamente- dovrebbe essere.

Grazie anche al Comune di Ercolano che ha concesso il patrocinio morale al villaggio natalizio di Via San Vito 142, Babbo Natale è stato accolto in questa deliziosa struttura dagli interni curati e dalla quale si gode una vista quasi unica, per ricevere grandi e piccini a partire dal 13 e 14 dicembre, dalle ore 10.00, per proseguire il 20 e 21 dicembre e per concludere con l’ultimo week end del 2014, quello del 27 e del 28, ottima occasione per scambiare con quelli che ci sono cari gli auguri per un anno migliore, come ci si augura ogni anno.

 

Come ogni mercatino natalizio, Le Fumarole propone un’ ampia gamma di espositori che spaziano dalla lavorazione del tessuto nelle forme più fantasiose che si possano declinare (borse, bambole e decorazioni) a quella della lana, dell’uncinetto e del punto croce; addobbi natalizi, rigorosamente cuciti a mano, e gioielli che partono da spugne di corallo, cristalli e vetrini ricchi di colori, pietre dure ed acciaio rodiato, vasellame di ceramica e presepi in terracotta, manufatti in vimini, feltro e pannolenci, e molti altri oggetti in materiali ecologici.

Dal punto di vista gastronomico, Le Fumarole hanno scelto di ospitare aziende che si occupano di prodotti caseari campani e conserve di qualità ma anche sfiziosità siciliane che, sulla tavola dei napoletani, hanno sempre trovato il loro posto (dalla frutta secca alla cassata), oltre a diffondere una cultura nuova, quella del birrificio artigianale, trend recente nella terra di Partenope ma che conta un numero crescente di estimatori; e poi l’agricoltura biologica e quella sinergica, le graffe per i più piccoli e le ricette della nonna per le mamme e per chi ama lo slow food.

E se avete qualcosa di veramente importante da dire a Babbo Natale, portategli pure la vostra letterina; in un’atmosfera serena e conviviale, da sempre cifra stilistica di questo luogo incantato, accetterà quella dei bimbi ma anche quella dei loro genitori.

Merry Christmas!

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x