Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

In una affollata conferenza stampa, il 6 ottobre è stata presentata la stagione 2016/2017 del Nuovo Teatro Sancarluccio, con inizio il 27 ottobre.

Sono intervenuti Bruno Tabacchini direttore del Teatro Delle Palme, Giuliana Tabacchini direttore del Nuovo Teatro Sancarluccio, Gianmarco Cesario direttore del Teatro dell’Osso insieme a Mirko Di Martino, Carolina Fenizia addetto stampa del Sancarluccio.

Nutrito e stimolante il cartellone che si arricchisce di numerose iniziative collaterali a cura di Gianmarco Cesario, come UT35-Formiche il festival dei corti teatrali dedicato ai drammaturghi under 35; Musica e Parole la rassegna musicale dove musicisti utilizzeranno il linguaggio teatrale per esprimersi; Pensa Comico un laboratorio del comico pensante diretto da Eduardo Cocciardo; Teatro e Psicanalisi dopoteatro domenicale di approfondimento psicologico con la dottoressa Alessia Magliaro; Maggio d’Arte la rassegna culturale di teatro, musica e danza a cura dell’Associazione I Teatri sulla Chiaja.

In cartellone l’omaggio a Totò nel 50° anniversario della sua scomparsa, con Carlo Croccolo in un racconto sulle particolarità e qualche curiosità del grande artista, con il quale ha lavorato e doppiato dopo la sua morte.

Ancora un omaggio rivolto ad Annibale Ruccello nel trentennale della sua morte con ‘Mamma-piccole tragedie minimali’ sua ultima opera con Eva De Rosa.

Graditi ritorni al Nuovo Teatro Sancarluccio come Matteo Mauriello che lo vede protagonista insieme a Sara Greco in ‘Memento’, Gea Martire insieme a Massimo Andrei in ‘Non farmi ridere sono una donna tragica’ e nuovi ingressi come Peppe Lanzetta in ‘Io e Viviani’, Francesco Paolantoni in ‘Salotto Paolantoni’, Roberto Azzurro con Fabio Brescia in ‘Unalampa’, Angelo di Gennaro con ‘Un comico al servizio del cittadino’.

Ad aprire la stagione il 27 ottobre  ‘Non tutti i ladri vengono per cuocere una rielaborazione sul testo di Dario Fo che il regista Danilo Rovani ha voluto attualizzare nel contesto partenopeo.

Numerosi sono gli spettacoli di autori che rappresentano e consolidano la tradizione teatrale campana, attraverso uno sguardo disincantato e nuovo su quello che vede protagonista ognuno nel proprio quotidiano ovvero la vita.

Alcuni lavori hanno già ricevuto i consensi del pubblico in altri cartellone ed ora approdano al Nuovo Teatro Sancarluccio per continuare la loro presentazione, come ‘Corpi scelti’ di Angela Matassa, Anna Mazza e Roberto Russo con la regia di Peppe Miale, presenti lo scorso anno nel cartellone del Teatro Delle Palme, o come ‘Frida’scritto e diretto da Mirko Di Martino presente nella rassegna Vissi D’Arte in forma di reading e qui riproposta arricchita e ricomposta in opera teatrale. Interessante ‘Vetiver’ scritto e diretto da Paolo Pisano con Melania Esposito e Francesca Borriero sulla storia di Monia di Orio un famoso ‘naso’ in cerca del profumo perfetto, solo per citarne qualcuno.

Tra le novità più stimolanti ci sarà una inedita visione di due personaggi che la cultura ellenica ci ha regalato con ‘Due miti come noi’ scritta da Gigliola de Feo con la regia di Andrea Fiorillo; sempre in ambito storico ‘L’ISIStrata’ una riscrittura da Aristofane a cura di Noemi Giulia Fabiano con la regia di Antonio Gargiulo.

Il lato comico della drammaturgia verrà sostenuto da ‘E che Dio ce la mandi…’ di Eva De Rosa e Massimo Canzano con Lello Pirone e Natalia Cretella;  ‘Nguè – venire almondo’ scritto e diretto da Mario Marco de Notaris, ed il noir comico ‘Una notte con Dora’ di Marco Lanzuise con Mario Arienzo, Manila Aiello e Marco Lanzuise.

Non è tralasciato anche la tradizione musicale napoletana con ‘Canti e suoni all’ombra del Vesuvio’ con Romeo Barbaro, mentre per il lato introspettivo ci sarà ‘Per Ofelia’ di Mirko Di Martino con Stella Egitto e Orazio Cerino; ‘Così nacqui io’ con I Mastacanà, ‘Autobus’ di  

Una stagione tutta da scoprire.

Per info: www.nuovoteatrosancarluccio.it

 

Fonte foto: Pasquale Fabrizio Amodeo

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi