Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Special guest  di questa seconda edizione il rapper Clementino

L’evento di street art “For a Will”, organizzato dal Forum dei Giovani di San Cipriano Picentino, sta per spiccare il volo per il secondo anno consecutivo. Al Bar In Centro di Salerno è stata presentata la seconda puntata dell’evento con la conferenza stampa svoltasi ieri, alla quale sono interventi la moderatrice Anna Bisogno, il sindaco dell’amministrazione picentina Gennaro Aievoli, il presidente del Forum dei Giovani Stefano Noschese ed Ermanluca De Santis della direzione artistica e organizzativa dell’evento.

Dopo la prima edizione dello scorso anno, che ha visto una notevole partecipazione di pubblico, i ragazzi del forum dei giovani di San Cipriano Picentino hanno deciso di puntare con decisione sull’evento, investendo le proprie energie per far sì che la manifestazione diventi un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti dell’arte di strada, riuscendo ad affacciarsi ben oltre i confini comunali e provinciali.

Un gruppo di persone che lavora assiduamente può davvero raggiungere l’impossibile ed è proprio quello che è nato da il Forum dei Giovani di San Cipriano Picentino.

“ L’iniziativa è nata lo scorso anno nel corso di una normale assemblea” queste le parole del presidente del Forum Stefano Noschese che risponde alle nostre domande.

Come nasce l’iniziativa di creare un evento di Street Art?

“L’idea iniziale fu quella di migliorare l’aspetto estetico della villa comunale attraverso murales disegnati da artisti provenienti dalla provincia di Salerno. Il progetto piacque da subito a tutti e pian piano iniziò a prendere corpo il progetto “For A Will”. L’espressione  ha una doppia accezione: una proveniente dalla lingua napoletana, l’altra dall’inglese. La villa comunale viene chiamata da noi ragazzi “For a vill'”; allo stesso tempo dall’inglese, e con una pronuncia molto simile, possiamo tradurre letteralmente “For a Will” come “per un desiderio, una volontà”, ad indicare la volontà che noi ragazzi di San Cipriano mettiamo nell’organizzazione delle nostre attività.”

L’anno scorso il tema è stato Disney e Cartoni Animati, quest’anno? 

“ Quest’anno il tema del For A Will è “Natura Vs Urbanizzazione”. I motivi che ci hanno spinto a scegliere questo tema sono legati essenzialmente alle vicende dell’ inceneritore che vogliono costruire in località Cupa Siglia, al confine del nostro territorio. Da studi effettuati in tutto il mondo vi è la correlazione diretta tra inceneritori e incidenza dei tumori, infatti l’inceneritore viene considerato come la tecnologia di smaltimento di rifiuti meno rispettosa per l’ambiente e per la salute. Da anni la valle dei Picentini subisce le conseguenze dell’inquinamento causato da impianti come il cementificio e le discariche di Sardone, Ostaglio e Parapoti. La realizzazione dell’inceneritore aggraverebbe enormemente la situazione. Per questi motivi il forum di San Cipriano Picentino, e tutti i Forum del Distretto 56, stanno unendo le loro forze per porre alla luce questo grosso problema che affligge il nostro territorio, perché il futuro è nostro, e dobbiamo preservarlo.”

Cosa significa per il Forum dei Giovani di San Cipriano Picentino essere arrivati alla seconda edizione dell’evento con un rapper importante quale Clementino?

“Per il Forum dei Giovani di San Cipriano Picentino non può che essere un onore organizzare una manifestazione così importante solo alla seconda edizione. Dietro il “For A Will” c’è un lavoro che dura da molti mesi e la realizzazione di questo sogno non può che renderci orgogliosi del nostro lavoro e deve essere una spinta verso le prossime attività, da realizzare nel corso dell’anno. Certamente portare Clementino in una piccola realtà come quella di San Cipriano non è stato semplice ed ha significato per noi tanti sacrifici, però riuscire a far conoscere il nostro territorio a persone della provincia di Salerno ed oltre, non può che ripagare i nostri sforzi.”

L’amore per gli eventi ma soprattutto per il proprio territorio è evidente. Giovani che lottano per valutare il proprio territorio con ciò che amano fare, stare insieme e far capire che anche la street art è un’arte da prendere in considerazione, in cui gli artisti devono avere la possibilità di esprimersi.

“I giovani sono troppo sottovalutati – commenta il direttore artistico dell’evento, Ermanluca De Santis – specialmente dai “pezzi d’antiquariato” che non ammettono il cambiamento e il ricambio generazionale. I giovani d’oggi viaggiano, scoprono, soprattutto tramite Internet aprendo infinite porte su mondi altrettanto infiniti. Hanno piena coscienza di cosa può ridonare vita ad un luogo deceduto che aspetta solo di essere seppellito. La rinascita nasce dall’esigenza di ridonare lustro a quello che un tempo era un luogo rinomato; noi ci stiamo riuscendo e speriamo di essere d ‘esempio per tanti altri ragazzi intraprendenti come noi.”

Dai writers provenienti da tutta la provincia, che dipingeranno sui muri della villa seguendo il tema “Natura vs Urbanizzazione”, alla collaborazione con “Terzo Tempo Sport Village”, organizzazione di tornei di street basket e street soccer. Questo e tanto altro accompagnato dalla musica sia il 30 che il 31 agosto, con un finale da mozzafiato soprattutto da chi si nutre di pane e rap: il rapper del momento Clementino.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo

A proposito dell'autore

Un pizzico di arte, una soffiata di teatro, colori di moda e un bicchiere di vino. Ingredienti giusti per garantire affidabilità e passione di Clemente Donadio. Un giornalista che segue le riga di Oscar Wilde e si fa trasportare dal senso estetico di Gabriele D’Annunzio. Un amante delle camicie di Armani e delle passerelle della moda. Giornalista della propria città, si affaccia al mondo della moda con passione e audacia, cercando nel particolare la grande bellezza e lo stile raffinato. Intraprendente critico, è alla continua ricerca di forma estetica anche nel mondo della fotografia e tra il sipario di un teatro. Il tutto si può riassumere in un aforisma di Wilde: “Si dovrebbe essere un’opera d'arte, o indossare un'opera d'arte”.

Post correlati

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x