“Le nostre imperfezioni” di Luca Trapanese – Recensione

PUBBLICITA

“Le nostre imperfezioni” edito da Salani è il primo romanzo di Luca Trapanese, assessore alle politiche sociali presso il Comune di Napoli, già noto per aver fondato l’associazione “A ruota libera”, la casa famiglia per bambini “La Casa di Matteo” e per aver adottato Alba, una splendida bambina bionda con la sindrome di Down.

“Le nostre imperfezioni” di Luca Trapanese

Livio ha una forte vocazione che lo spinge a stare al fianco degli umili, dei bisognosi, degli ultimi. Per consolidare la sua fede e prima di terminare il suo percorso in seminario, Livio decide di compiere il Cammino di Santiago, ignaro del fatto che presso l’antico borgo di Portomarín la sua vita prenderà un’altra direzione. Un incontro, infatti, gli cambierà la vita e quel cammino si trasformerà nell’inizio di un nuovo percorso, più lungo, più cosciente, più dolce, ma anche più doloroso.

http://

Recensione

“Le nostre imperfezioni” è un inno all’Amore. Quello raccontato da Trapanese è l’amore assoluto, l’amore con la A maiuscola, quello che pulsa e brucia nonostante tutto, nonostante la presenza di quelle che tutti giudicano e definiscono come “imperfezioni”.

E’ proprio grazie all’incontro con “le imperfezioni” che Livio riesce a trovare il coraggio di riconoscere ed ammettere a se stesso cha la strada intrapresa non è del tutto giusta e che, in fondo, la sua vita merita di avere qualcosa di più. Amare il prossimo, ma anche essere amato

Livio durante il Cammino di Santiago incontra Pietro, un architetto che affascina con la sua grande cultura. Pietro porta con sè una grande sofferenza, ma i suoi occhi sono difficili da dimenticare e nonostante egli cerchi di ostacolare lo sviluppo di un sentimento nascente, precludendosi piaceri e felicità, incoraggiato dalla parole di Livio e desideroso anch’egli di essere amato, si lascia poi andare.

Livio non aveva resisitito. Dopo due settimane alla missione, passate a spalare rottami e sanare corpi, per poi crollare a tarda sera su una brandina da campo, immerso fino al collo fra insetti e odori nauseanti, aveva sentito il bisogno di scrivere a Pietro. Aveva sentito il bisogno del suo pensiero positivo. Si era reso conto dell’errore madornale che aveva commesso allontanandolo. Ma c’era di più, aveva riflettuto sulle sue scelte, sulla sua idea di futuro, ed era giunto ad una conclusione sconcertante che per anni aveva rifiutato solo di sfiorare…

Questo primo romanzo di Trapanese è un libro “effetto diesel” – cattura il lettore man mano che procede nella lettura.  A ciò contribuiscono diversi colpi di scena e alcune pagine che, seppur dolorose, irradiano luce.

La vita adesso fluiva. Non si fermava, ma correva. A ruota libera

“Le nostre imperfezioni” è un romanzo che scava, che solleva diversi interrogativi. che arriva dritto al cuore. E’ un romanzo forte e delicato allo stesso tempo che ha il merito di lanciare, senza troppi giri di parole, un importante messaggio: le imperfezioni non costituiscono affatto dei limiti; sono solo caratteristiche dalle quali poter attingere. Essere perfetti non equivale ad essere felici. La felicità, il più delle volte, proprio come fa la luce, arriva dalle “crepe” e Pietro lo dimostra indicando più volte a Livio (anche quando non potrebbe farlo più) la strada da percorrere.

L’autore

Luca Trapanese (Napoli 1977) da anni svolge attività di volontariato in Italia e nel mondo, ha fondato l’associazione “A ruota libera” e ha realizzato numerosi progetti legati alla disabilità, tra i quali la casa famiglia per bambini “La Casa di Matteo”, unica nel Sud Italia. Nel 2018 ha adottato Alba, una bambina con la sindrome di Down e sui social racconta la loro vita insieme. Con Luca Mercadante ha firmato “Nata per te” che presto diventerà un film.

Per conoscere meglio Luca Trapanese, vi invito a seguire le sue pagine social:

https://www.facebook.com/lucatrapanese

PUBBLICITA
PUBBLICITA

Leggi anche

Operaio morto nello stabilimento Stellantis di Avellino

Morto un operaio allo stabilimento Stellantis di Avellino Tragedia nello stabilimento Stellantis di Pratola Serra, in quel di Avellino, dove un operaio di cinquantadue anni...

Caivano, muore precipitando nel vuoto: i dettagli

Morto un sessantenne a Caivano nel rione Iacp A due passi dal luogo della morte di Fortuna Loffredo e Antonio Giglio, precisamente nel rione Iacp...

Giornata nera per Napoli, dopo la voragine anche un crollo a via Kerbakher, salvi 2 ragazzi

Crollo a via Kerbakher generato da una cascata di fango e acqua Feriti due giovani al centro di Napoli nel pomeriggio di ieri: questi non...

Doriforo di Stabiae ancora in Minnesota, “Basta silenzio, serve una mobilitazione di tutti”

Nonostante sia stata emessa un'ordinanza internazionale che richiede la restituzione all'Italia del Doriforo di Stabiae, le autorità statunitensi non hanno ancora agito, lasciando inascoltati i ripetuti appelli della Procura di Torre Annunziata

Ultime Notizie

PUBBLICITA