Per LIBRI DEL 2023, Fame d’aria (Mondadori) di Daniele Mencarelli

PUBBLICITA

Il nuovo anno si è aperto con il ritorno di grandissimi autori. Dopo le nostre proposte delle settimane scorse che trovate di seguito

“LA LIBRERIA DEI GATTI NERI” DI PIERGIORGIO PULIXI

“LA VITA INTIMA” DI NICCOLÒ AMMANITI

“CIATUZZU” DI CATENA FIORELLO GALEANO

il libro che vi consigliamo quest’oggi segna il ritorno di un altro grande autore. Dopo il successo (anche della versione serie tv) di “Tutto chiede salvezza”, Daniele Mencarelli torna in libreria con “Fame d’aria”, edito da Mondadori.

Per LIBRI DEL 2023 “Fame d’aria” di Daniele Mencarelli

Pietro Borzacchi è in viaggio con il figlio Jacopo quando la frizione della sua vecchia Golf lo abbandona in mezzo al nulla. E’ venerdì pomeriggio e trovare un’officina in quel vuoto desolante è impossibile. Per fortuna Jacopo incontra Oliviero, un meccanico alla guida del suo carro attrezzi che accetta di scortare padre e figlio fino al paese più vicino, Sant’Anna del Sannio.

E’ evidente che Jacopo abbia qualcosa che non va:  lo sguardo vuoto, il passo dondolante, la mano sinistra che continua a sfregare la gamba dei pantaloni, avanti e indietro. In attesa che Oliviero ripari l’auto, padre e figlio trovano ospitalità da Agata, proprietaria di un bar che una volta era anche pensione.

Sant’Anna del Sannio, poche centinaia di anime, è un paese bellissimo in cui il tempo sembra essersi fermato, senza futuro apparente, come tanti piccoli centri della provincia italiana. Ad aiutare Agata nel bar c’è Gaia, il cui sorriso è perfetta sintesi del suo nome. Sarà proprio lei, Gaia, a infrangere con la sua spontaneità ogni apparenza.

Pietro è un uomo che vive all’inferno. “I genitori dei figli sani non sanno niente, non sanno che la normalità è una lotteria, e la malattia di un figlio, tanto più se hai un solo reddito, diventa una maledizione.”. Il dolore di Pietro si troverà di fronte qualcosa di nuovo e inaspettato. Agata, Gaia e Oliviero sono l’umanità che ancora resiste, fatta il più delle volte di un eroismo semplice quanto inconsapevole.

Con “Fame d’aria”, Daniele Mencarelli fa i conti con uno dei sentimenti più intensi: l’amore genitoriale, e lo fa portandoci per mano dentro quel sottilissimo solco in cui convivono, da sempre, tragedia e rinascita.

 

LEGGI ANCHE: “Tutto chiede salvezza”, vincitore del Premio Strega Giovani 2020

PUBBLICITA
PUBBLICITA

Leggi anche

Mise-en-place nei ristoranti: cosa dice il galateo

La mise-en-place è un elemento fondamentale per qualsiasi attività di ristorazione che desidera distinguersi e offrire un'esperienza culinaria impeccabile. Non si tratta solo di estetica,...

Castellammare di Stabia, arrestato amico di famiglia per abusi su undicenne disabile

Castellammare, abusa di una minorenne disabile: arrestato Un uomo di 64 anni è stato arrestato a Castellammare di Stabia per aver abusato di una bambina...

Milan – Inter Primavera finisce in parità goal di Kamate e Camarda

Milan - Inter Primavera finisce con un pareggio che non cambia il tema del campionato E' stato un derby molto intenso dove non sono mancate...

Malinconico, ma non troppo. A Scafati Diego De Silva e il Trio Malinconico

"La musica e la letteratura quali arti gemelle" - A Scafati il Trio Malinconico composto da Diego De Silva, Stefano Giuliano e Aldo Vigorito.

Ultime Notizie

PUBBLICITA