Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

L’angolo del Nerd e dell’Otaku – Akira

Nel 1981 una tremenda esplosione nucleare rade completamente al suolo l’intera area metropolitana di Tokyo. Trent’anni dopo nella Megalopoli di Neo-Tokyo, sorta sulle ceneri della vecchia città, il governo esercita un controllo repressivo sulla popolazione. Inoltre compie esperimenti su alcuni bambini con poteri psichici latenti. In questo modo, sfruttando le predizioni, può mantenere una certa pace. I protagonisti, Kaneda e Tetsuo, sono però estranei a tutto questo. Il primo è il leader di una banda di motociclisti, il secondo il suo migliore amico. A seguito di uno scontro con una banda rivale, Tetsuo rivela enormi poteri psichici, venendo rapito dal Governo. Le vicende dei due protagonisti si intrecciano con quelle delle gerarchie governative, mentre una nuova esplosione minaccia Neo Tokyo.

Pubblicato con cadenza irregolare fra il 1982 e il 1990, il manga di Katsuhiro Otomo è uno dei maggiori successi del nostro tempo. Il tratto molto occidentale e le storie ricche di tematiche sempre contemperane e mai banali, l’hanno fatto apprezzare anche in America ed in Europa. Infatti i personaggi sono molto ben caratterizzati e complessi. Lo sviluppo della vicenda, per quanto sia richiesta molta attenzione nella lettura per seguire bene tutti gli avvenimenti, non lascia trame o sotto trame aperte. Infatti Otomo chiude perfettamente tutti i punti in sospeso.

Otomo, inoltre, passa perfettamente dalle vicende globali (il destino di Neo Tokyo, il percorso avviato dall’umanità, i giochi di potere dei burocrati corrotti) ad altre più intime. Kaneda e Tetsuo, soprattutto all’inizio, non hanno niente a che fare con il governo. Sono solo due ragazzi lasciati alla sbando in una società a cui non importa niente di loro e, volente o nolente, sbattano il viso contro un qualcosa più grande di loro.

A raccontare tutte le trame e sotto trame del manga si farebbe notte, e sarei anche molto meno chiaro ed incisivo dell’autore. L’unico modo per scoprire tutto e leggere l’opera o vedere il film (rigorosamente la versione estesa) curato dallo stesso Otomo, anche se fu costretto ad eliminare varie sotto trame e personaggi per rientrare nei limiti di un film cinematografico. Aggiungo solo che il successo, anche delle riedizioni, è tale che da venticinque anni la Warner Bros sta cercando di trasporre Akira in un film live action.

Ma i progetti più concreti furono solo due. Nel 2002 Stephen Norrington fu ingaggiato come regista, ma il tremendo (e meritato) flop de “La leggenda degli uomini straordinari”pose fine al progetto. Nel 2011 Robert Pattison (Edward Cullen di Twilight) e Michale Fassbender furono contatati pe ril progetto. Ma varie accuse di whitewash (un bianco che interpreta un personaggio di un’altra etnia) e soprattutto un budget che continuava a levitare posero fine alla cosa.

Leggi anche: L’angolo del Nerd e dell’Otaku – The Killing Joke

 

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x