" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Meteo Campania – La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un’allerta meteo di colore giallo. Ecco quando e dove.

Meteo Campania – Nella settimana in cui si può tornare in strada con meno controlli, è il maltempo a farla da padrone. La protezione Civile della Regiona Campania ha fatto sapere con una nota che dalla mezzanotte di stasera (19/5) alla mezzanotte di domani (20/5) ci saranno precipitazioni sparse con carattere di rovescio e temporale, oltre a raffiche di vento forti, per le quali si ipotizzano danni a coperture, fulminazioni, possibili grandinate, e leggeri ruscellamenti. Una situazione da prendere con le molle e da tenere sotto controllo in tutti i comuni campani.

Ecco la nota della Protezione Civile Regione Campania:

“Protezione civile, allerta meteo Gialla dalla mezzanotte

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di avverse condizioni meteo con conseguente criticità idrogeologica di Colore Giallo a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani.
Sull’intero territorio regionale sono previste “Precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio e temporale” con possibili raffiche di vento nei temporali.

I Fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione.
Tra i principali scenari di evento vengono segnalati “possibili danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento, fulminazioni, possibili grandinate e a caduta di rami o alberi; Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse”.

La Protezione civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure necessarie a prevenire e contrastare i fenomeni attesi, sia in ordine al possibile dissesto idrogeologico che rispetto alle sollecitazioni dei venti e del mare.”

Leggi altre news:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
" "