Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Quando si parla di nuove tendenze di make-up, le idee sono diverse, gli spunti tanti e benché la moda detti un fil rouge che viene poi rivisitato dai singoli stilisti e make-up artists, c’è un punto che accomuna tutti e che viene ripetuto da anni in modo instancabile e continuo, sempre e perennemente uguale: si parla della tinta labbra. A ogni sfilata, autunnale o estiva che sia, è il pezzo immancabile del trucco delle modelle, un tocco chic a cui nessuno sembra voler più rinunciare. Pensare che è persino riuscita a resistere al ritorno di una tendenza molto in voga negli anni ’90, ossia il glossy e le labbra lucide e luminose. Questa rispolverata di stile di più di 20 anni fa deve fare quasi a spintoni per trovare la sua strada nelle trousse femminili, dove difficilmente le viene ceduto il posto a sfavore delle tinte labbra matte. È quest’ultima la scelta che le donne adorano. Perché?

I pro e i contro nel dettaglio

Per fare una breve sintesi iniziale, ciò che ha sancito il successo indiscusso delle tinte labbra è che il pubblico femminile è riuscito ad avere con un solo prodotto un rossetto molto elegante e dalla tenuta estrema. Ed è proprio questo ciò che fa la differenza. Le tinte labbra donano una pigmentazione ricca e corposa e creano un effetto bocca di velluto per una durata lunga, anzi lunghissima, capace di resistere a tutte le prove a cui può essere sottoposta la bocca, come baci, bevute e mangiate.

A tutto, però, c’è un prezzo e anche questo prodotto non è da meno: secca in modo terribile le labbra. Il contraltare della tenuta maxi è quello di avere labbra più screpolate dopo l’uso. Tutte quelle che hanno usato almeno una volta una tinta labbra hanno infatti riscontrato questo problema comune.

La tinta labbra che non secca le labbra

Per fortuna, la tecnica e la ricerca non smettono di proporre nuove soluzioni e la nuova tinta labbra matte di L’Oréal crea un netto distacco rispetto ai suoi analoghi precedenti. Come mai? Perché si avvale di una tecnologia che utilizza un’emulsione acqua-in-olio in grado di azzerare gli svantaggi. Cioè? Una tinta labbra dal colore intenso e dalla lunga durata che non secca e non screpola le labbra; anzi chi l’ha provata dice che la sensazione è quella di “labbra nude”. Questa tecnologia a base dell’emulsione acqua-in-olio ha, inoltre, un altro vantaggio, ossia quello di riuscire a creare con una sola passata una pigmentazione ricca e perfettamente aderente alle labbra, definendole come se fosse inchiostro.

Qual è il modo migliore per applicare le tinte labbra (soprattutto per non farle seccare)?

Esistono dei consigli molto preziosi da seguire per non far seccare eccessivamente le labbra e continuare a usare un prodotto di così grande successo- o per non buttare quello che già si ha nella trousse ed evitare così di sprecare soldi. Uno dei suggerimenti più validi e più volte ribadito dai make-up artists è quello di assicurarsi prima di tutto di avere una pelle non soltanto pulita ma anche liscia e idratata; ciò significa che se le labbra presentano delle pellicine o non sono particolarmente morbide, si deve fare a uno scrub per rimuovere lo strato più superficiale e rendere la bocca nuovamente morbida. Per un’idratazione intensa, inoltre, gli esperti di trucco suggeriscono di non dimenticare mai di applicare il balsamo labbra con regolare frequenza e di metterlo anche sulla tinta labbra stessa così da reidratare la bocca e restituirle morbidezza mentre la si indossa.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi