La Gevi Napoli Basket con un super Browne affonda Treviso per 95-81

PUBBLICITA

La Coppa Italia esposta all’ingresso della Fruit Village Arena Palabarbuto  è di stimolo alla vittoria e la Gevi Napoli Basket onora il Sold Out imponendosi nel finale di gara, lasciando allibita una disorientata Nutribullet Treviso che negli ultimi 2,5 minuti viene travolta dagli azzurri di coach Milicic che ad 1 minuto circa dal termine sul punteggio di 90-81 con Markel Browne trova la bomba da tre punti e chiude definitivamente l’incontro a -23 secondi con una bella schiacciata di Zubcic.

Da segnalare l’increscioso comportamento di Francesco Vitucci coach di Treviso che durante i saluti finali ha una reazione sconsiderata e nervosa nei confronti di coach Milicic .

Veniamo alla gara, dove inizialmente la Gevi Napoli Basket, riesce a portarsi avanti di 8 punti  e mantiene questo distacco fino al 6° del primo tempo dove con Sokolowski segna da 2 e porta la Gevi a 16 contro i 6 di Treviso, poi il buio, una serie di errori dalla distanza e dal ferro che permettono a Treviso di rimontare il -10 , superare   e portarsi a +10 nei rimanenti 4 minuti, sono di Browne  dopo un fallo ricevuto i due tiri liberi realizzati che fa chiudere il primo quarto in favore di Treviso per 26-18.

Il secondo quarto è una rincorsa continua della Gevi Napoli Basket dietro a Treviso che non molla il vantaggio, grazie anche e soprattutto ai tanti errori  da parte degli azzurri, Pullen su tutti che chiude i primi due parziali con soli 2 punti  a referto sbagliando le sue bombe ma anche i tiri liberi, sembrava il fantasma del giocatore visto in Coppa Italia, dopo i primi 20’ , 37-44.

Si va al riposo lungo e il pubblico che ha invaso la Fruit Village Arena Palabarbuto in tutti i posti disponibili, non ha smesso un momento di incitare e rincuorare i propri beniamini nonostante il risultato, confidando nella ripresa in una bella reazione della Gevi. Le Curve oggi in una coreografia bellissima, una tutta in azzurro , l’altra tutta in bianco omaggiando così i colori della squadra di casa.

Al rientro, la Gevi Napoli Basket comincia con la stessa intensità dei primi tempi, ma con una precisione al tiro diversa, comincia una gara molto più fisica dei primi due parziali, molti falli da ambo le parti che i due coach devono tenere sotto controllo con i cambi e Napoli in questo  riesce meglio grazie all’esperienza di Igor Milicic. Ci vuole quasi tutto il 3 tempo per agguantare il pareggio che arriva a  -1,07” con un rimbalzo in attacco di Lever chiuso con una bella schiacciata e la Gevi si porta  a 64-64 e serve un errore di Sokolowski dalla distanza che permette a Treviso di chiudere il 3° tempo con 1 solo punto di vantaggio, 67-68.

Nel 4° ed ultimo parziale, le due squadre, si contendono il punteggio, restando vicinissime, ma con Napoli che riesce a restare avanti e dando grandi segnali di voglia di vincere, a metà tempo un solo punto divide Treviso da Napoli che conduce per 76-75, poi comincia lo show di Browne (che riesce a far commettere anche il 5 fallo a Bowman che deve uscire) , Ennis e Sokolowski così Napoli vola e nel seguente 1,5 minuto si porta a +10  dimostrando in quel momento la propria superiorità territoriale e mantiene la distanza fino alla fine annichilendo gli esterefatti ragazzi di coach  Vitucci sempre più nervosi ed increduli, 95-81 e quarto posto in classifica.

La gara finisce con l’esaltazione generale, in un tripudio dell’intero Palasport , nessuno va via, aspettando di salutare nel consueto giro di campo i propri beniamini, ma c’è ancora tempo per la foto della squadra e team tecnico con la Coppa Italia al centro del campo.

Brown è stato il miglior marcatore della gara, 31 i suoi punti. In doppia cifra anche Sokolowski 22 punti, Zubcic 17 ed Ennis 11

Prossima gara Bertram Derthona Tortona – Generazione Vincente Napoli Basket il 10/03/2024

Dichiarazione di Coach Igor Milicic:“Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile dopo il successo ottenuto in Coppa Italia. Siamo davvero orgogliosi di rendere felice la gente di Napoli, e daremo tutto per continuare così. Viviamo con il cuore e con l’emozione, in tutto ciò che facciamo. Non solo io ed i giocatori ma tutti coloro che lavorano in questa organizzazione quotidianamente: Pedro LLompart, Mattia Digno, con lo staff medico, il management, viviamo tutto ciò con grande emozione e lavoriamo duro per portare a casa delle sorprese enormi com’è stata quella della Coppa Italia, in cui noi abbiamo sempre creduto. La gara di oggi era davvero durissima dal punto di vista tattico e fisico. Siamo arrivati a Febbraio che eravamo un po’ con le ruote sgonfie, ma la Coppa Italia ci ha dato ulteriori energie, anche se sappiamo di non essere nel nostro miglior momento fisico. La differenza l’ha fatta la nostra grande mentalità. Come abbiamo voluto scrivere nel nostro tunnel “Noi non giochiamo, vinciamo!”. Dal punto di vista della partita, la chiave era trovare una soluzione offensiva, come provare a trovare un modo per segnare con facilità. Nel primo tempo non abbiamo mosso bene la palla e questo ci ha tolto delle energie in fase difensiva. Poi quando siamo riusciti ad andare meglio in attacco, abbiamo trovato grande energia anche in difesa, poi il pubblico ha fatto il resto. Con la dodicesima vittoria, possiamo considerarci salvi. Ogni gara per noi d’ora in avanti, sarà la più importante poi vedremo alla fine dove saremo arrivati. Abbiamo fatto così anche per la Coppa Italia, non pensavamo di vincerla ma pensavamo di prenderci una rivincita con Brescia alla prima partita, così come prenderci una rivincita con Reggio Emilia nella seconda, e vincere con Milano in finale. Abbiamo tutti quanti i nostri sogni ma dobbiamo avere i piedi ben saldi per terra. Per ora stiamo andando oltre rispetto a quelle che erano le nostre aspettative, ma dobbiamo continuare a lavorare e valutare le cose step by step. La nostra vittoria più importante è sicuramente questa gente, questo grande pubblico, i sold out e la grande energia che si è creata intorno a questa squadra.”Dichiarazione di Pedro Llompart, Responsabile Area Tecnica Sportiva:“Oggi è stata una gara importantissima. Una partita chiave per noi e per il futuro, molto difficile sia per il riposo concesso ai ragazzi dopo il successo in Coppa Italia, sia perchè Treviso è una squadra che rispetto al girone di andata è cambiata tantissimo prendendo giocatori importanti. Sapevamo che adesso Treviso è diventata una formazione forte. Per questi motivi la nostra vittoria assume maggiori meriti. Dovevamo anche gestire che nella testa della squadra c’era la voglia di festeggiare con in nostri tifosi. Abbiamo davvero fatto un buon lavoro e faccio i complimenti a tutti. Sono davvero felice per i nostri tifosi. Ora i festeggiamenti terminano qua. Dobbiamo continuare a divertirci per il resto della stagione proseguendo con la stessa mentalità che ci ha portato a vivere queste gioie.”Dichiarazione di Michal Sokolowski:“Dopo un primo quarto di gioco difficile, soprattutto da punto di vista difensivo, siamo stati bravi a reagire con forza e giocando di squadra. Sono felice per questa vittoria ottenuta davanti al nostro meraviglioso pubblico.”

Il  Tabellino

Gevi Napoli Basket          18          19          30          28

Nutribullet Treviso           26          18          24          13

 

Napoli: G. De Nicolao, Brown 31, Sokolowski 22, Zubcic 17, Owens 2, Pullen 5, Ennis 11, Lever 7, Bamba, Mabor, Saccoccia, Ebeling.

All. Milicic
Treviso: Robinson 10, Bowman 15, Olisevicius 7, Allen 17, Paulicap 9; Zanelli 5, Harrison 15, Faggian 3, Camara, De Marchi ne, Torresani ne, Scandiuzzi ne.

All. Vitucci
Arbitri: Attard, Galasso, Catani

La mia Gallery

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

L’Inter conquista il suo ventesimo scudetto

Inter scudetto, derby e seconda stella L'Inter conquista il suo ventesimo scudetto battendo il Milan con il risultato di 1-2 nel derby di Milano. Con...

Juve Stabia pareggio per gli under 16

Juve Stabia pareggio per gli Under 16. La nota della società Under 16, Juve Stabia-Fermana 2-2: il tabellino del match Allo stadio “San Michele” di Pomigliano...

Pompei, programma eventi mese di maggio dedicato alla Madonna

In preparazione alla Supplica dell’8 maggio e in attesa dei pellegrinaggio, ecco tutti gli eventi del mese di maggio dedicato alla Madonna del Rosario di Pompei

Juve Stabia dalla B alla B passando per Francavilla

  Juve Stabia il campionato della squadra di Guido Pagliuca non è ancora terminato. Mancano 180 minuti al Game Over finale e poi sarà SuperCoppa. Domani...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA