Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Il Portogallo ci riprova, per la settima volta, la scalata per il titolo sfuggito in casa nel 2004. A guidare i lusitani ci sarà CR7, Cristiano Ronaldo

 

Il Portogallo, inserita nel Gruppo F, si può ritenere la maggior candidata per qualificarsi agli ottavi visto che con lei sono finiti Austria, Ungheria e la novità Islanda.

Sarà la sua settima apparizione alla fase finale dove per due volte ha raggiunto i quarti (1996 e 2008), tre volte le semifinali (1984, 2000 e 2012) e una finale in casa finita male tra le lacrime e disperazione battuta dalla sorpresa Grecia nel 2004. Sarà la volta buona?

 

Qualificata senza troppi patemi dal Gruppo I, i lusitani nella fase a gironi non dovrebbero incontrare nessuna difficoltà a qualificarsi agli ottavi visto il livello delle nazionali che sono finite insieme a lei. Delle tre solo l’Austria potrebbe dare un po’ di fastidio a CR7 e compagni ma sulla carta (e ripeto sulla carta) la qualificazione sembra cosa fatta per la squadra guidata in panchina dal 61enne Fernando Santos con esperienza da tecnico in patria e in Grecia alla guida di AEK Atene, Panathinaikos e PAOK Salonicco tra le altre.

 

 

Senza ombra di dubbio il giocatore di maggior classe e sul quale il Portogallo farà affidamento per tentare la scalata al titolo, sarà l’ex pallone d’oro Cristiano Ronaldo in arte CR7. A 31 primavere Ronaldo tenterà di vincere qualcosa anche con la nazionale visto che ovunque c’è stato in Portogallo, Ingilterra e Spagna ha sempre vinto a livello di club.

Per aiutarlo in questa missione il CT portoghese chiamerà il portiere dello Sporting, il 28enne Rui Patricio che ha giocato tutte le partite del girone di qualificazione, mentre in difesa ci sarà il veterano Ricardo Carvalho e con molta probabilità anche il suo compagno al Monaco  Fabio Conentrão oltre a Eliseu del Benfica, Bruno Alves del Fernebache, Pepe del Real Madrid, Fonte José e Cédric entrambi del Southampton.

 

In mezzo al campo giostreranno il 32enne Dani dello Zenit e il 29enne João Moutinho del Monaco, Tiago dell’Atlético Madrid, Miguel Veloso del Dinamo Kiev oltre a Vieirinha del Wolfsburg, Danilo del Porto e forse il 21enne del Monaco, Bernardo Silva.

In attacco al già citato Ronaldo, Santos si affiderà con molte probabilità al 28ettene (del Losc) Éder, Nani del Fernebache e Ricardo Quaresma del Besiktas. Sperano in una chiamata l’anziano ma sempre valido Hélder Postiga del Rio Ave, Ricardo Horta del Malaga e il 22enne del Monaco, Ivan Cavaleiro.

 

14/06/2016 – Stade Geoffroy Guichard – Saint-Etienne – Portogallo v Islanda

18/06/2016 – Parc des Princes – Parigi – Portogallo v Austria

22/06/2016 – Stade de Lyon – Lione – Ungheria v Portogallo

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi