Frosinone che si riprede subito dalla batosta del Meazza e batte il Verona con Mandorlini sempre più nei guai. Vittoria storica, la prima fuoricasa in Serie A del Carpi a Genova. Vince anche l’Udinese contro il Chievo con doppietta dell’ex Théréau.

Carpi sugli scudi con la prima storica vittoria fuoricasa in Serie A in rimonta contro il Genoa che ha giocato tutti i 90’ in 10 per l’espulsione di Pavoletti al 6’ per fallo di reazione. In vantaggio il Genoa con Figueiras al 8’, ma la svolta viene nella ripresa quando Castori mette in campo l’ex Marco Boriello che prima pareggia e poi fa il buono e cattivo tempo andando a più riprese vicino al raddoppio firmato poi da Zaccardo all’80’. Il Genoa tenta di raddrizzare il risultato, ma trova un super Leali sul tentativo di Rincón.

Giornata negattiva per le squadre di Verona, con il Chievo che perde in casa 2-3 contro l’Udinese con l’ex Théréau in veste di giustiziere(doppietta), dopo che con l’autorete di Frey aveva pareggiato il vantaggio clivense di Paloschi. Il momentaneo pareggio del 2-2 per il Chievo porta la firma di Inglese.

Fa più male la sconfitta del Verona, oggi sola in coda alla classifica dopo la sconfitta col Frosinone che vinceva 3-0, grazie alla doppietta di Ciofani (uno su rigore) ed il gol di Dionisi, prima della rabbiosa rimonta a metà con i gol di Viviani e Moras. Con questa sconfitta si può dire finita l’avventura di Andrea Mandorlini sulla panchina scagligera, salvo sorprese. Da notare che i veronesi hanno giocato l’intera partita in 10 per l’espulsione del portiere Rafael per rosso diretto per un inutile fallo di reazione al 19’ che ha anche causato il rigore del vantaggio ciociaro.

Print Friendly, PDF & Email