Tennis, Alcaraz difende il titolo a Indian Wells battendo Sinner e Medvedev

Carlos Alcaraz ha difesa il titolo al BNP Paribas Open battendo in semifinale e in finale rispettivamente Jannik Sinner e Daniil Medvedev. Per lo spagnolo si tratta del quinto Masters 1000 in carriera: solo Rafael Nadal ha vinto cinque o più tornei in questa categoria di eventi prima di compiere 21 anni.

Alcaraz difende il titolo a Indian Wells

Carlos Alcaraz ha ammesso di aver fronteggiato un periodo non semplice fuori e dentro dal campo. Lo spagnolo non riusciva più a divertirsi in campo e il peso delle aspettative ha finito per creargli più di un problema. In California, però, il fenomeno di Murcia ha ritrovato sé stesso ed è tornato a vincere un titolo dall’epica finale portata a casa contro Novak Djokovic a Wimbledon nel 2023.

Un digiuno che ha fatto male ad Alcaraz, soprattutto dal punto di vista mentale. Solo il lavoro, l’affetto della famiglia, il suo impegno e quello di un fantastico team, gli hanno permesso di superare ogni avversità e ritrovare non solo il successo ma anche il sorriso. Per trionfare a Indian Wells, Alcaraz ha sconfitto in semifinale e in finale Jannik Sinner e Daniil Medvedev.

Con l’altoatesino aveva perso due partite di fila tra Miami e Pechino e l’inizio partita non ha certo contribuito ad aumentare la sua fiducia. Sinner gli ha infatti rifilato un netto 6-1; un 6-1 che ha forse caricato ulteriormente un Alcaraz più che motivato. Il 20enne ha rialzato la testa, disputato due set di grandissimo valore e difeso la seconda posizione del ranking mondiale.

Anche in finale, contro Medvedev, il due volte campione Slam ha saputo distribuire bene l’energia e affondato il colpo nei momenti importanti del primo set. Aggiunto in bacheca il tie-break del primo parziale, Alcaraz ha dominato il secondo lasciando le briciole al russo. Ora l’obiettivo Sunshine Double è a un passo, ma a Miami il sorteggio non è stato così gentile con lui.

Alcaraz: “Ho ritrovato me stesso a Indian Wells”

In conferenza stampa, Alcaraz si è soffermato proprio sul momento negativo vissuto negli ultimi mesi. “Non è facile descrivere attraverso le parole quello che ho provato. Sono stati mesi davvero difficili per me. È stato difficile ritrovare me stesso. Non ero in campo negli ultimi due mesi, non mi divertivo più” .

Significa molto per me vincere questo titolo, perché ho superato molti problemi sia dal punto di vista mentale che fisico. Non vincevo da Wimbledon, è un successo speciale. Non è solo una questione di risultati. Non importa se vinco o meno un torneo; si tratta di divertirsi giocando a tennis. Mi sono ritrovato in questo torneo” , ha detto Alcaraz.

Al Miami Open, secondo Masters 1000 della stagione, Alcaraz e Sinner potranno incontrarsi solo in finale. L’assenza di Djokovic ha reso lo spagnolo e l’italiano teste di serie numero uno e due. Sinner è finito nella parte bassa con il detentore del titolo Medvedev, ma Alcaraz dovrà battere la concorrenza di Ben Shelton, Hubert Hurkacz, Alexander Zverev e Holger Rune.

Ecco il tabellone completo del Masters 1000 di Miami

 

Photo Credit: Lulop

 


PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Addio a Franco Di Mare

È morto il giornalista Franco Di Mare. Ad annunciarlo la famiglia con una nota

Lutto nel mondo del cinema e del teatro. Addio a Gigi De Luca

Il teatro e il cinema perdono una figura importante. L'attore Gigi De Luca è scomparso all'età di 81 anni nella sua casa di Torre...

Napoli, De Laurentiis annuncia grosse novità ma mette in dubbio la permanenza di Kvara

Aurelio De Laurentiis ha parlato del futuro del Napoli addossandosi nuovamente la colpa di questa stagione deludente; ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni in...

Giro D’Italia la tappa numero undici

Giro D'Italia oggi 15 maggio 2024 la tappa numero undici della corsa rosa Tutti fermi, parte il Giro. La cittadina sannita sede della partenza dell’undicesima...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA