Tennis – Ecco quando Jannik Sinner può diventare numero 2 al mondo

PUBBLICITA

Tennis – Jannik Sinner può diventare il nuovo numero 2 del mondo già al Masters 1000 di Indian Wells. Il tennista italiano avrà la possibilità di siglare un altro incredibile record in California. Ecco tutte le combinazioni per il sorpasso ai danni di Carlos Alcaraz.

Sinner può diventare numero 2 al mondo

Jannik Sinner non si è fermato dopo lo storico trionfo ottenuto agli Australian Open e ha conquistato il dodicesimo titolo in carriera al torneo ATP 500 di Rotterdam. Una settimana che ha fornito ulteriori segnali positivi, perché l’azzurro ha vinto nonostante non abbia espresso con continuità il suo miglior tennis.

Nella finale con Alex de Minaur – tennista che ha sconfitto sette volte su sette – Sinner ha mostrato i grandi progressi compiuti dal punto di vista della gestione delle emozioni e ha fatto la differenza nei momenti importanti con coraggio e determinazione. Un successo che lo ha avvicinato alla seconda posizione occupata attualmente da Alcaraz.

È stato proprio il ritiro dello spagnolo dal Rio Open ha cambiare la situazione e offrire a Sinner la chance di raggiungere la seconda posizione del ranking ATP già al Masters 1000 di indian Wells, in programma dal 6 al 17 marzo. Torneo in cui scenderanno in campo tutti i più forti giocatori del mondo.

Alcaraz si è procurato un infortunio alla caviglia – fortunatamente rivelatosi meno serio del previsto – nel secondo punto della partita con Thiago Monteiro a Rio de Janeiro e ha subito deciso di alzare bandiera bianca per non mettere a rischio la lunga trasferta americana. Sinner tenterà dunque di effettuare il sorpasso al termine del primo 1000 della stagione.

Sinner-Alcaraz, tutti gli scenari

Considerando che non difenderà la finale agguantata lo scorso anno in Brasile e che ha portato a casa il Masters 1000 di Indian Wells nel 2023, Alcaraz si presenterà ai nastri di partenza in California con 7805 punti. Discorso diverso per Sinner, che lo scorso anno si è fermato in semifinale perdendo proprio contro il diretto rivale.

Il 22enne di San Candido partirà con un bottino di 7910 e avrà quindi il destino nelle sue mani. Per diventare il nuovo numero due del mondo – nessun italiano si è mai spinto così in alto – a Sinner “basterà” registrare lo stesso risultato o fare meglio di Alcaraz. Non bisogna però escludere la terza variabile, perché potrebbe rientrare in questo discorso anche Daniil Medvedev.

Il russo ha una solo opzione per rovinare la festa sia a Sinner che Alcaraz: imporsi sia al torneo ATP 500 di Dubai la prossima settimana che al Masters 1000 di Indian Wells. In quest’ultimo caso non dovrà affrontare l’azzurro e lo spagnolo per realizzare il suo obiettivo.

Medvedev ha scelto di concedersi una breve pausa dopo l’estenuante cammino vissuto a Melbourne, quando ha speso tantissime ore in campo prima di arrendersi in finale al quinto set contro Sinner. Saranno dunque da valutare le sue condizioni fisiche nel corso dell’evento che si disputerà negli Emirati Arabi Uniti.

Sinner: “Obiettivo numero uno? È un sogno”

L’impressione, valutando le prestazione di altissimo livello, è che Sinner possa ambire senza alcun problema alla prima posizione del ranking e guardare tutti dall’alto al basso un giorno. L’italiano ha ormai guadagnato lo status da top player e dimostrato di avere la testa giusta per continuare a progredire.

In un’intervista esclusiva rilasciata a Vanity Fair Italia, Sinner non si è sbilanciato molto sull’obiettivo numero uno e ha spiegato il suo apprezzabile punto di vista sulla vita privata di un atleta e sulla tutela della sua privacy. L’altoatesino ha rivelato che intende anche proteggere la riservatezza della famiglia e dei suoi affetti.

Numero uno? Il futuro non si può prevedere. Sicuramente è un sogno e stiamo lavorando per andarci il più vicino possibile” , ha dichiarato Sinner ammettendo comunque che farà il massimo per coronare il suo sogno. “Mi piace parlare di tennis, e dello sport in generale. Ma se si riferisce alla vita privata, è vero, voglio mantenerla tale” .

Voglio proteggere le persone che mi sono più vicine, tenendole fuori da tutto ciò. Lo vivo come un piccolo compito da svolgere, quasi un dovere: mi hanno aiutato, da giovane, ad acquisire sicurezza in me stesso, e oggi in qualche modo voglio tutelarle” , ha ribadito Sinner con sincerità.

 

Photo Credit: PixaBay

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Federazione Italiana Supercar a Marina di Stabia

  Federazione Italiana Supercar per un evento unico a Castellammare Di Stabia con tanti eventi con una Locations da sogno per gli amanti delle quattro...

Napoli, aggredito autista di autobus

Ancora un episodio di violenza sui pullman di Napoli. Un autista di autobus è stato aggredito a Napoli in Piazza Principe Umberto. L'incidente è avvenuto...

Sinner può diventare numero 1 al mondo? Quando e in che modo

I miglioramenti di Jannik Sinner negli ultimi mesi sono sotto gli occhi di tutti, appassionati di tennis o semplici tifosi occasionali. Oramai l’azzurro, indubbiamente il...

Giornata Mondiale della Terra: “Riappropriazioni naturali” di Claudia Evangelista

La società contemporanea si circonda di oggetti dimenticando il rapporto con l'ambiente, e quanto queste scelte siano dannose per esso. Nella serie nominata “Riappropriazioni naturali”, Claudia Evangelista crea un rapporto tra l’uomo e l’ambiente urbano, il rapporto con lo scarto e la natura.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA