Tennis – L’Italia vola alle Davis Cup Finals di Malaga

Tennis – L’Italia vola alle Davis Cup Finals di Malaga. È stata una settimana lunga, preceduta dalle polemiche per la rinuncia di Jannik Sinner e l’esclusione di Fabio Fognini. Il team guidato da Filippo Volandri ha dovuto fronteggiare alcune situazioni complicate sia dentro che fuori dal rettangolo di gioco, ma ha trovato la forza di superare le avversità e staccare il pass per le fasi finali della Coppa Davis.
L’esordio si è rivelato traumatico, perché i campione in carica del Canada – orfani delle due stelle Felix Auger-Aliassime e Denis Shapovalov – hanno imposto il loro dominio e sconfitto 3-0 gli azzurri. Lorenzo Sonego e Lorenzo Musetti hanno deluso le aspettative e perso rispettivamente contro Alexis Galarneau e Gabriel Diallo, numeri 200 e 158 del mondo.
Una sconfitta, però, che ha avuto l’effetto di unire il gruppo e dare forza ai tennisti impegnati a Bologna. In una sfida da dentro o fuori con il Cile, Sonego si è ripreso tutto con gli interessa ed è diventato l’eroe tricolore. Il piemontese, con l’Italia in vantaggio 1-0 grazie al successo di Matteo Arnaldi in rimonta contro Cristian Garin, ha rischiato di perdere con Nicolas Jarry.
Il cileno non gli ha offerto nessuna chance al servizio e ha portato a casa nettamente il primo set. Sonego non ha mai pensato di gettare la spugna e ha annullato ben quattro match point al rivale agguatando il set decisivo. Un set che lo ha visto controllare gli scambi, dominare e conquistare la prima vittoria azzurra nel Gruppo A.
Il Canada ha onorato l’impegno con il Cile e, nonostante fosse già certa di un posto a Malaga, offerto un grande assist all’Italia. Agli azzurri bastava un solo punto contro la Svezia per staccare il pass. Arnaldi non ha sbagliato e ha fatto gioire tutta la Unipol Arena liquidando in due set Leo Borg, figlio della leggenda Bjorn. Sonego ha successivamente chiuso i conti vincendo il match con Elias Ymer.
Nel Gruppo B, la Gran Bretagna ha eliminato la Francia aggiudicandosi il folle doppio terminato al tie-break del terzo set. Daniel Evans è stato l’assoluto protagonista insieme a Neal Skupski. Secondo posto per l’Australia di Alex de Minaur e Thanasi Kokkinakis. Novak Djokovic – che ha conquistato il 24esimo Slam agli US Open – ha voluto aiutare la sua Serbia e ha raggiunto il suo obiettivo: qualificarsi per le Finals di Malaga.
La Serbia si è qualificato come seconda; mentre il primo posto nel Gruppo C è andato alla Repubblica Ceca. Niente da fare per la Spagna, costretta a fare i conti con l’assenza di Carlos Alcaraz. Lo spagnolo ha preferito prendersi qualche settimana di pausa dopo gli US Open. Nel Gruppo D, infine, Olanda e Finlandia hanno sorpreso Croazia e Stati Uniti. Le parole dei protagonisti.

Italia, le dichiarazioni dei protagonisti

Il capitano azzurro Filippo Volandri, alla fine, ha gestito la pressione e preso le migliori scelte nei momenti importanti. L’ex tennista italiano ha ricevuto diverse critiche per aver escluso Fabio Fognini, che ha rincarato la dose sui social per la delusione. Polemiche, più che legittime, che hanno sicuramente reso più difficile il compito dell’Italia. Ai microfoni di Sky Sport, Volandri ha comunque voluto porre l’accento sulla forza del gruppo.
“Non cambierei nulla, abbiamo fatto più che il massimo. Il click mentale è arrivato dopo il doppio perso con i canadesi, quel 3-0 ci è servito. Ci stiamo abituando a passare dalle difficoltà, a riacciuffare i match dai capelli. Il merito è della disponibilità dei ragazzi, dopo il Canada ci siamo compattati. Sono contento al 99%, il 100% lo raggiungeremo nelle prossime sfide” .
Felicissimo Sonego, in grado di fare la differenza quando tutto sembrava ormai perduto. “Il match con il Canada ci è servito per migliorare, ogni partita è importante per crescere. La sconfitta ci ha fatto bene. Siamo un gruppo unito, diamo sempre il cuore per gli altri. Arnaldi è stato veramente bravo, ci ha messo cuore e coraggio contro giocatori che sulla carta sembrano più semplici di come si dimostrano. Matteo è stato bravo a tirarsi su nei momenti difficili e poi chiudere le partite” .
Quella di Arnaldi è stata un’esperienza incredibile. Il tennista di Sanremo ha vinto le prime due partite giocate in singolare in Coppa Davis mostrando la sua personalità. “Sono contento di com’è andata. La prima giornata è stata dura, poi abbiamo lavorato di squadra e questo è il risultato. Ho fatto il mio e sono contento. Sono arrivato più tardi rispetto agli altri, mi serviva del tempo per adattarmi” .
Photo Credit: Lulop

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Dimitri Cocciuti torna in libreria con “Non lasciarti sfuggire” (recensione)

"Non lasciarti sfuggire", l'ultimo libro di Dimitri Cocciuti pubblicato da Sperling & Kupfer, offre ai lettori un coinvolgente viaggio emotivo attraverso le vite di quattro amici: Sacha, Chiara, Marco e Mattia.

Pompei iscrizione al campionato effettuata

Pompei calcio una nota ufficiale Il comunicato stampa ufficiale della società FC Pompei rende noto di aver completato l'iscrizione al prossimo campionato di Serie D, conformemente...

Juve Stabia il primo test della stagione

Juve Stabia allenamento congiunto a Telese Terme. Allenamento Congiunto, Juve Stabia – Equipe Campania 5-0: il tabellino del match Al Campo Comunale di Telese si è...

La Premier Meloni condanna l’attentato a Trump

Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni ha espresso solidarietà per i gravi fatti degli Stati Uniti con l'attentato a Donald Trump. Il Post social di...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA