Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Infiorata di Genzano 2019: La via della bellezza

Torna la tradizionale Infiorata di Genzano di Roma che quest’anno si svolgerà il 22, 23 e 24 Giugno.

In questi tre giorni il selciato di Via Italo Belardi sarà interamente ricoperto di petali di fiori.

Gli infioratori utilizzeranno almeno 350.000 fiori per la realizzazione delle loro opere d’arte.

La profumata tavolozza degli infioratori, costituita esclusivamente da petali trova il giallo nella ginestra, l’azzurro nella torrena, il rosso nei garofani, il verde nel bosso e nel finocchio selvatico.

Il tema di questa edizione è ‘La via della bellezza’.

 

Infiorata di Genzano 2019

La storia dell’Infiorata

Genzano di Roma, cittadina dei Castelli Romani adagiata sulle pendici dell’antico cono vulcanico riempito dal Lago di Nemi, ospita dal 1778 la manifestazione dell’Infiorata.

Nata come manifestazione locale, l’Infiorata di Genzano nel corso della sua storia si è trasformata in un evento internazionale di arte, cultura e fede.

L’evento attrae ogni anno oltre 150.000 visitatori dall’Italia e dall’estero.

Infiorata di Genzano

Infiorata di Genzano, il programma della manifestazione

La manifestazione segue un preciso itinerario: il venerdì inizia lo “spelluccamento” dei fiori ovvero la separazione dei petali dalle corolle e la loro collocazione per colore in cassette che vengono poi custodite nelle grotte sotterranee del Palazzo comunale.

Il sabato pomeriggio il corso cittadino viene chiuso al traffico e gli artisti iniziano a disegnare con il gesso il bozzetto dei loro quadri da realizzare.

La posa dei petali comincia durante la notte e prosegue fino alla mattina successiva. La domenica mattina le opere dei diversi infioratori sono tutte interamente realizzate.

La manifestazione si chiude con lo “spallamento”, quando i bambini correndo dalla scalinata della Chiesa di Santa Maria della Cima disfano i quadri infiorati.

Genzano di Roma, non solo infiorata

Durante tutta la durata della manifestazione le strade del centro si riempiono di bancarelle.

La città si anima di visitatori accorsi non solo per godere dello spettacolo dell’Infiorata, ma anche per gustare il pane di Genzano (uno dei soli IGP d’Italia) con la porchetta di Ariccia.

Naturalmente l’Infiorata costituisce l’occasione per fare un tour dei Castelli Romani, l’insieme di 16 pittoresche cittadine incastonate in uno splendido paesaggio.

Infiorata di Genzano - Porchetta di Ariccia

I Castelli Romani, una delle mete turistiche più gettonate

Tra laghi vulcanici, parchi naturali, siti archeologici e ville signorili, i Castelli Romani costituiscono una delle mete turistiche più gettonate del Lazio.

Nemi - Infiorata di Genzano

Castelgandolfo, Nemi, Ariccia, Rocca di Papa, Frascati, Marino,  mete ideali per trascorrere una giornata all’aperto o per passeggiare tra i vicoli dei numerosi borghi che sorgono tra verdeggianti boschi.

Castelgandolfo - Infiorata di Genzano

Castelli Romani, luoghi intrisi di storia, offrono al visitatore una vasta rete di itinerari. Dalla raffinata Castelgandolfo. residenza esita del Papa a Frascati città del vino, da Genzano e la sua Infiorata ad Ariccia con il grande ponte a tre arcate, fino a Nemi con le su deliziose fragoline.

Nemi - Fragoline di Nemi - Infiorata di Genzano

Visitare i Castelli Romani è anche una ghiotta occasione per conoscere e gustare i piatti tipici della tradizione gastronomica romana, come gli spaghetti cacio e pepe, i bucatini all’amatriciana e i buonissimi carciofi.

 

 

(Foto dell’Infiorata dalla pagina Facebook dell’evento)

 

 

 

 

 

 

 

 
 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi