Napoli, la magnifica chiesa di Sant’Anna dei Lombardi

Sono a Sant’Anna dei Lombardi, la stupenda chiesa rinascimentale di Napoli con i magnifici affreschi del Vasari dipinti nel ‘500 per i Re aragonesi, ma la chiesa è famosa anche per altro: qui nel ‘400 (e per questo la zona si chiama Monteoliveto), vivevano i monaci olivetani che oltre a pregare, producevano un sapone con oli unici, simile a quello di Marsiglia, capace di lavare qualsiasi cosa, ottimo anche per la pulizia del corpo.

Da questo sapone nacque allora il termine “saponaro”, un ambulante che girava, di solito col carretto nei quartieri di Napoli vendendo alle casalinghe il sapone dei monaci.

La vendita era normalmente sotto forma di un baratto: il saponaro raccattava di tutto, stracci, vestiti consunti, scarpe vecchie, oggetti di vario genere. Da ciò, il famoso detto “Ccà ‘e pezze e ‘ccà ‘o sapone”, cioè “io do a te e tu dai a me”. Do ut des alla napoletana.

(A cura di Enzo Longobardi, In bici nel tempo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Buon Compleanno Paperino! 90 anni e non sentirli.

Donald Duck, alias Paperino, compie 90 anni: l'evoluzione di un'icona Disney

Diego Armando Maradona non è morto. Presentato “Il Dio del Pallone” di Paquito Catanzaro

Presentato a Torre del Greco "Il Dio del Pallone", l'ultimo libro di Paquito Catanzaro, edito da Lab DFG.

Atalanta delirio Dea nella notte di Dublino

  Atalanta il 22 maggio 2024 sarà una data che i tifosi della Dea ricorderanno per sempre. La vittoria in Europa League contro gli invincibili...

Castellammare grande festa alla Bonito – Cosenza con un bel riconoscimento

  Castellammare Di Stabia importante riconoscimento per l'istituto Bonito- Cosenza per il premio " Inventa il tuo Spot per la Corretta Alimentazione". La nota della...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA