Peccioli è “Il Borgo dei Borghi 2024”. Ecco cosa vedere

Peccioli, gioiello medievale incastonato nel cuore della Valdera in Toscana, è il vincitore del concorso “Il Borgo dei Borghi”, organizzato dalla trasmissione Rai Kilimangiaro.

Peccioli, comune toscano in provincia di Pisa, ha saputo distinguersi e prevalere tra venti località candidate, grazie alla sua bellezza, architettura e qualità di vita, tra venti località.

Il percorso verso la selezione del “Borgo dei Borghi” ha incluso una fase iniziale di votazioni online sul portale della Rai, che ha registrato un’impressionante affluenza di voti, conclusasi il 17 marzo.  La decisione finale è stata poi annunciata durante la puntata del Kilimangiaro andata in onda la domenica di Pasqua, grazie al verdetto congiunto di una giuria di tre esperti e del pubblico da casa.

Peccioli, il Borgo dei Borghi, cosa vedere, fare e mangiare

Peccioli, gioiello medievale incastonato nel cuore della Valdera in Toscana, si erge maestoso su un colle dominato da una rocca longobarda. Con i suoi 4.800 residenti distribuiti in sette frazioni, Peccioli fonde armoniosamente cultura, tradizione, innovazione e sostenibilità.

Il suo centro storico, anima del comune, riflette un impegno comunitario verso il benessere e la cultura. Peccioli sorprende con il suo “Triangolo Verde”, una discarica trasformata in un centro multifunzionale. Qui, l’energia rinnovabile prodotta dalla gestione dei rifiuti convive con eventi culturali e sociali, da congressi a concerti, all’interno dell’anfiteatro. Il clou di tale trasformazione sono i Giganti di Peccioli, figure umanoidi gigantesche, simboli di rinascita ecologica.

Il borgo è inoltre sede del Macca, un museo d’arte contemporanea all’aperto che arricchisce le strade con oltre settanta opere accessibili liberamente. Riconosciuto con la “Bandiera arancione” dal Touring Club Italiano, Peccioli conserva un’impronta medievale visibile nei suoi stretti chiassi, nell’antica pieve di San Verano e nella torre campanaria, vera icona del paese. Da non perdere è il Palazzo Senza Tempo, il cui fascino si svela nella terrazza panoramica e nelle esposizioni che accoglie, tra storia e modernità.

La sua cucina tradizionale toscana, celebre per semplicità e autenticità, si esprime in delizie come i bastoncelli, cialde sottili aromatizzate all’anice, testimoni della ricca tradizione culinaria locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

‘Festa dello Sport’ a Napoli: fino al 25 maggio

Durante la terza edizione della Festa dello Sport ci saranno importati figure che dimostreranno l'importanza dello sport nel campo sociale, promuovendo nuove speranze per i giovani.

Giro D’Italia parlano Andrea Vendrame e Tadej Pogacar

Giro D'Italia la voce dei protagonisti della terzultima tappa della corsa rosa vinta da Andrea Vendrame. Il vincitore di tappa Andrea Vendrame ha dichiarato in...

Atalanta-Bayer Leverkusen probabili formazioni

Per la finale di Europa League si affrontano l'Atalanta di Gian Piero Gasperini e il Bayer Leverkusen di Xabi Alonso allo Stadio Aviva Stadium...

Napoli, presentato il progetto per l’estensione della Linea 6 della metro per Bagnoli e Posillipo

È iniziata la progettazione per l'estensione della Linea 6 della metropolitana di Napoli verso Bagnoli e Posillipo. Sono state presentate le linee guida del...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA