Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Juve Stabia: “Ho visto Ambrosi goal!”

Oggi per la rubrica History Juve Stabia, raccontiamo un giocatore che con la maglia delle vespe ha lasciato un dolcissimo ricordo : Alessandro Ambrosi , l’angelo biondo al Romeo Menti.

Ambrosi arriva nella stagione 2004  E la Castellammare di Stabia sportiva impazzisce di Gioia. A suon di goal , si carica la Juve Stabia sulle spalle e con classe e grinta trascina le vespe. Al Romeo Menti nasce un detto: ” Esiste il rigore alla Romario, alla Figo ed alla Ambrosi”.
Tradotto dagli undici metri, si presenta con la freddezza di un cobra e con un tocco leggero ed ironico fa raccogliere la palla dal sacco al portiere avversario. Ma ovviamente Ambrosi non è solo un cecchino dal dischetto. Come abbiamo detto prima, classe e tecnica da vedere, gioco di prestigio con la palla al piede condito da un ottimo colpo di testa. Ingredienti che hanno fatto di Alessandro Ambrosi uno dei centravanti più completi visti al Romeo Menti e le sue giocate sono sempre nella mente e nel cuore dei tifosi.  Nella sua carriera, ha giocato in team importanti come Catania, Cosenza e Pisa ed ha vinto la palma di capocannoniere in Serie C nella stagione 1998 e nella stagione 1999.
NOTE

Gioca per sei stagioni nei campionati dilettantistici con le maglie di Alatri e Isola Liri.

Nella stagione 1997-1998 gioca con la maglia della Cavese, realizzando 16 reti in 31 presenze.

Nella stagione 1998-1999 realizza il record personale di gol con la maglia del Crotone, realizzando 19 reti. Con i rossoblu gioca anche in Serie B due stagioni dopo, dopo un’annata sempre in cadetteria nelle file del Monza.

Dal gennaio 2001 gioca in Serie C1 vestendo la maglia del Catania dove in sei mesi segna 10 reti. Nel giugno 2001 passa all’Ancona in Serie B.

Nella Serie C1 2002-2003 si trasferisce al Pisa dove sfiora la promozione in Serie B persa in finale play-off; resta al Pisa anche nella stagione seguente.

Nell’estate del 2004 passa a titolo definitivo alla Juve Stabia in Serie C2. A fine stagione, dopo aver giocato 31 partite condite da 16 gol, con le vespe di Castellammare di Stabia ottiene la promozione in Serie C1. L’anno successivo, nel gennaio del 2006, per problemi finanziari della società campana, è costretto a cambiare squadra.

Così si trasferisce al Taranto dove gioca per due stagioni. Nel 2007-2008 torna a giocare in Calabria, questa volta con la maglia del Cosenza dove ottiene una promozione. Nella stagione 2008/2009 milita nella viterbese calcio neoretrocessa in serie D firmando gol importanti che hanno portato la squadra ai play-off per la promozione in serie C2, segna vari gol nelle partite dei play-off, tra questi va ricordato quello al Renate Calcio di pregevole fattura, ma nonostante tutto la Viterbese abbandona la corsa promozione nei triangolari play-off eliminata dal Renate. A fine stagione Ambrosi rescinde il contratto e nella stagione successiva si lega al Monterotondo, squadra nella quale terminerà la sua brillante carriera.

In carriera ha totalizzato 77 presenze (e 14 reti) in Serie B.
Nazionale
Nell’agosto del 1997 ha fatto parte della Nazionale universitaria italiana che in Sicilia ha vinto la medaglia d’oro al torneo di calcio della XIX Universiade

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi