Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

30 Giugno 2018, Francia batte Argentina 4 a 3, l’Albiceleste è fuori dal Mondiale di Russia 2018.

15 Luglio 2018: La Francia è per la Seconda volta nella storia Campione del Mondo, il suo allenatore diventa Campione anche da selezionatore oltre che da Capitano vista la vittoria di Francia 1998.

Chi pensava che la piccola Croazia potesse fare il miracolo non ha nemmeno potuto sognarlo visto l’andamento della gara.

C’è stato persino il primo autogoal della storia in una finale Mondiale, ad infilare la palla nella propria porta è stato uno degli attaccanti dei rosso-crociati che verrà ricordato per questo, ahimè: Mario Mandžukić.

Certo, c’è stato il sussulto del pareggio dell’interista Perisic, gran bella rete.

E poi, ecco, la storia poteva essere diversa.

Il calcio di rigore prima non visto ma segnalato all’arbitro dal VAR, ecco, dunque, il punto cardine di tutta la gara.

La Francia non ha fatto niente di che per meritare la vittoria, ma come in semifinale col Belgio ha avuto dalla sua parte la fortuna: grazie a questi due maledetti palloni buttati in area gli episodi, sempre determinanti all’interno di una partita, sia in bene sia in male, ne hanno decretato la vittoria finale.  

Sul calcio di rigore, in questa decisiva occasione, tuttavia, sappiamo perfettamente, che anche con l’assistenza video arbitrale, chi decide, alla fine è sempre lui; quell’uomo che oramai non ha più una giacchetta nera e che siamo abituati a vedere con i più disparati colori per diversificarsi da quelli delle due squadre in campo.

Chi ha decretato le sorti di Francia e Croazia ieri è stato un omone Argentino ossia Néstor Fabián Pitana.

 

Questo nome rimarrà indelebile nella storia del calcio Mondiale per avere usato per la prima volta nella storia il VAR.

La sua nazionalità è il cardine di tutto perché i malpensanti, soprattutto in Francia avranno pensato che un Direttore di gara della medesima nazionalità di una delle squadre che i ragazzi di Didier Deschamps

hanno battuto per arrivare lì a Mosca, l’Argentina di Leo Messi,

ossia la stessa nazionalità di colui che avrebbe dovuto prendere decisioni a favore o contro, non era indicato per la Finale della Coppa del Mondo di Russia 2018.

Ma come, ci mandate un argentino, magari amichetto di Leo per farci battere dai Croazzi? Avranno urlato i francesi a squarciagola contro la FIFA!

Forse, come si vociferava in Italia, l’incombenza e onore sarebbe potuta andare Rocchi di Firenze

ma l’AIA (l’Associazione Italiana Arbitri) ha spiegato che l’arbitro toscano non sarebbe potuto essere lui ad essere designato dopo che nel 2014 la Finale del Mondiale Brasiliana fu diretta da Rizzoli di Bologna.

 

Non poteva essere nessun arbitro europeo, ancor meno uno italiano.

Ecco, alla fine la Francia, con un arbitro Argentino, che avrebbe potuto anche non dare il rigore del 2 a 1 (perché poteva benissimo considerare il fallo di mano involontario e fare un dispetto alla Nazionale che aveva battuto la sua Argentina) si è comportato da professionista, non come non fece, magari Byron Moreno in Corea nel 2002 con l’Italia, ma forse lì c’era di mezzo la corruzione, tutta un’altra faccenda! La professionalità è tutto nella vita di questi uomini che sanno di avere una occasione nella vita, una sola spesso, e andrebbero ad intaccare la loro immagine per vendicare la propria Nazionale facendo personalmente una figuraccia Mondiale?

Siamo seri, per favore!

L’arbitraggio del Signor Néstor Fabián Pitana dovrebbe fare riflettere un po’ tutti, i complottisti, che vedono dietro ogni decisione di un arbitro chissà quale complotto. Forse, a volte potrà anche esserci un condizionamento psicologico, ma spesso sono solo delle illazioni belle e buone.

Un arbitraggio di questo livello è un incoraggiamento per i nuovi arbitri che verranno su questa stagione in Serie A, ma sappiamo bene che uno in particolare ha già commesso un fatto gravoso, a mò di vedere dei Palermitani visto che il Signor La Penna di Roma, che ha arbitrato Frosinone-Palermo, spareggio per la Serie A, ha avuto, a dire dei siciliani, un comportamento non ineccepibile; se poi si considera che tale arbitro è coinvolto lavorativamente con il Presidente del Frosinone, allora siamo a cavallo.

I nuovi fatti venuti alla luce recentemente, che, andando male, andrebbero a determinare le retrocessioni di Parma e Chievo Verona dalla A alla B potrebbero sconvolgere il tabellone della Serie A 2018-2019. Proprio in queste ore inizierà il dibattimento; stasera attenti a tutto ciò che succede, ma per il momento, dopo un mese di partite Mondiali prendiamoci una piccola pausa, anche se a minuti  Cristiano Ronaldo verrà presentato all’Allianz Stadium!

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi