" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Decreto scuola approvato questo pomeriggio. Si tratta di un decreto che prevede soluzioni per due diverse ipotesi:

  • rientro a scuola per il 18 Maggio;
  • rientro a scuola il 1° Settembre;

La cosa certa è che tutti gli studenti saranno ammessi all’anno successivo, ma non ci sarà nessun 6 politico. Gli studenti saranno valutati con voti finali corrispondenti all’impegno dimostrato durante l’anno e nella didattica a distanza.

Decreto scuola: Esame di maturità/Esame di terza media

Nel caso si tornasse a scuola il 18 Maggio, Il 17 Giugno si  svolgerebbe la prova di italiano, una prova nazionale uguale per tutti. La seconda prova scritta, invece,  non sarebbe a carattere nazionale, bensì scelta dalla commissione interna affinché sia aderente alle attività didattiche svolte nel corso dell’anno scolastico.

Saranno quindi gli insegnanti della commissione interna in base al programma svolto, a scegliere l’argomento della seconda prova scritta. A fine giugno si partirebbe con la prova orale.

Gli esami di terza media, qualora si tornasse a scuola il 18 Maggio,  si svolgerebbero in una versione “facilitata”.

Nell’ipotesi, invece,  che l’attività didattica in classe non riprenda il 18 Maggio, i maturandi salteranno gli esami scritti. La valutazione finale verrà affidata ad un esame orale, “un unico colloquio”. Salteranno completamente gli esami di terza media.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
" "