Proteste dei trattori, l’invito dell’UCID

Gli agricoltori sono imprenditori che rivendicano con dignità un ruolo primario nella economia sociale.­ Le proteste dei trattori.

Le recenti proteste dei trattori, sempre più frequenti in Italia e in Europa, sono il sintomo di una politica economica che, inseguendo il paradigma tecnocratico globalista, ha perso di vista l’importanza dell’equilibrio tra servizi, industria e agricoltura e, in definitiva, la dimensione umana dell’economia.

L’UCID  l’Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti) ritiene che gli agricoltori siano imprenditori fondamentali per il benessere della società e che il loro ruolo debba essere riconosciuto e valorizzato. Le proteste dei trattori sono un segnale inequivocabile che il sistema attuale sta trascurando le esigenze e le sfide che gli agricoltori devono affrontare ogni giorno.

L’Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti invita la politica economica a riconsiderare il proprio approccio e a recuperare l’equilibrio tra i vari settori, in modo da garantire una economia realmente sostenibile e umana. Solo così si potrà assicurare un futuro prospero per gli agricoltori e per l’intera società.

Sostenere la lotta degli agricoltori, la protesta dei trattori

Per sostenere gli agricoltori nella loro lotta per un ruolo equo nell’economia italiana ed europea, si possono adottare diverse azioni:

1. Sensibilizzazione: Informare il pubblico sulle sfide che gli agricoltori affrontano e sull’importanza del loro ruolo nell’economia.

2. Supporto legislativo: Sostenere l’elaborazione e l’attuazione di leggi che tutelino gli interessi degli agricoltori e promuovano un equo trattamento nei confronti dell’agricoltura in primis politiche fiscali adeguate.

3. Partecipazione alle proteste: Unirsi e sostenere le manifestazioni pacifiche degli agricoltori per dimostrare solidarietà e aumentare consapevolezza sulle loro richieste.

4. Acquisto di prodotti locali: Favorire l’acquisto di prodotti provenienti da agricoltura locale per sostenere direttamente gli agricoltori e l’economia locale.

5. Coinvolgimento delle istituzioni locali, regionali, nazionali ed europee: Promuovere il coinvolgimento delle istituzioni nazionali ed europee per garantire politiche che valorizzino e supportino l’agricoltura.

6. Educazione e formazione: Sostenere programmi educativi e formativi per gli agricoltori, al fine di potenziare le loro competenze e promuovere pratiche agricole sostenibili.

7. Collaborazione tra settori: Promuovere la collaborazione tra agricoltori, industria e servizi per sviluppare sinergie e partnership che favoriscano un’economia più equa e sostenibile.

Queste azioni possono contribuire a sostenere gli agricoltori nella loro lotta per un ruolo equo nell’economia italiana ed europea.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Portici, pauroso incendio avvolge un edificio

Tensione a Portici dove un incendio è divampato in un'abitazione. Nel primo pomeriggio di ieri, verso le ore 14, in via Cristoforo Colombo, le...

Otto mesi di reclusione a Pasquale Napolitano. A rischio l’autonomia dei giornalisti

In una nota, l'Ordine dei Giornalisti della Campania e la commissione Legalità dell'Ordine regionale, dinanzi alla condanna in primo grado del collega Pasquale Napolitano esprimono piena e forte solidarietà.

Torre Annunziata, l’I.C. Parini-Rovigliano abbraccia il giornalismo con il progetto in memoria di Giancarlo Siani

Un corso di giornalismo ispirato alla figura del giornalista Giancarlo Siani. Un progetto, ideato dalla Libreria Libertà e coordinato dalla professoressa Rosalia Oliva presso l'I.C. Parini-Rovigliano.

Napoli, sfida alla Juve per l’attaccante del Genoa di Gilardino

Il Napoli sta cercando di superare la concorrenza per assicurarsi Albert Gudmundsson, stella del Genoa e uno dei migliori giocatori del campionato. Gli azzurri,...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA