Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

The Crown, la meravigliosa IV Stagione ricca di personaggi e colpi di scena:

The Crown è arrivata alla Stagione Numero IV, la fortunata serie televisiva britannica e statunitense di genere storico drammatico, creata; e principalmente scritta da Peter Morgan e prodotta dalla Left Bank Pictures e dalla Sony Pictures Television per Netflix. Un successo dal sapore storico perché in questa stagione i fatti da raccontare sono davvero molti.

Arriva Lady D:

Siamo arrivati ad uno dei momenti più attesi dai fans, l’arrivo di Lady Diana, interpretata dalla bravissima Emma Corrin. Si narra la sua passione per il teatro e musica, il primo incontro con il Principe Carlo, la presentazione a Palazzo e quello che sembrava l’inizio di una favola con il Matrimonio Reale. Poi una sorte di doppio binario. La felicità pubblica della coppia, molto amata dal popolo, in particolare Diana che conquisterà letteralmente la folla; e la depressione di coppia con continui tradimenti e discussioni fatte di rotture e silenzi che mettono tristezza. Nella serie, Carlo ( Josh O’Connor) mostrerà una sorte di devozione per Camilla Parker Bowles ( Emerald Lilly Fennell) sua amante e confidente.

The Iron Lady:

Anni 80-90 e non poteva mancare in questa serie la Signora Margaret Hilda Thatcher, la Lady di Ferro, uno dei politici più brillanti dello scenario, non solo britannico, ma anche europeo. Una donna che riusciva a tenere testa al suo partito, il suo rapporto fatto di rispetto e forte dialogo con la Corona e soprattutto il conflitto durante la guerra delle Falkland che divise il mondo politico e l’opinione pubblica risolto poi con una vittoria ed un successo agli occhi del popolo. Un decennio ricco di successi fino alla sua “fine politica” conclusa con dei riconoscimenti importanti da parte della Regina.

Maestà, avete una sigaretta?

Una storia che sicuramente merita di essere raccontata è quella di Michael Fagan, un uomo che nella serie è dipinto come la classica persona con problemi di lavoro e  di famiglia; con una matrimonio fallito alle spalle e quindi con difficoltà ad inserirsi nella società. A Michael serve aiuto e necessita di far sapere al mondo i tanti problemi che sono presenti nel mondo del lavoro e della gente comune. Ed allora arriva quello che possiamo definire un colpo ad effetto: ossia fare visita a sua Maestà la Regina Elisabetta. Resta un problema, come fare? Semplice entrare di nascosto a Buckingham Palace. Era il 1982 ed udite udite il buon Michael ci riuscì due volte, la prima senza successo mentre la seconda volta riuscì a parlare con la Regina chiedendo pure se avesse una sigaretta. Non vogliamo aggiungere di più in questa singolare e pazza storia.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    Ok No thanks