Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Domani sera Inter – Barcellona vale gli ottavi. Dubbi sul turnover dei catalani, vediamo come si è regolato Valverde in casi come questo.

 

QUI INTER

Inter – Barcellona di domani sera è una gara vitale per i nerazzurri ma non per i catalani. La classifica del girone, infatti, dice che gli spagnoli sono già qualificati come primi con 11 punti, seguono Inter Borussia Dortmund con 7, ma la squadra di Conte è in vantaggio per via di un goal in più segnato negli scontri diretti con i tedeschi; già condannato matematicamente all’ultimo posto lo Slavia PragaConte, per far sì che la sua squadra giochi la partita senza influenze esterne, ha chiesto di non far passare sui tabelloni di San Siro il risultato dell’altra gara del girone. Tornando alla Champions League, i nerazzurri passano agli ottavi se fanno gli stessi o più punti del Borussia Dortmund. L’Inter si dovrebbe schierare con la stessa formazione di venerdì scorso.  Asamoah non verrà convocato perché continua ad avere problemi al ginocchio che sembravano risolti.

 

Embed from Getty Images

 

BARCELLONA: PENSIERO AL CAMPIONATO?

Per il Barcellona il match ha decisamente meno importanza: i catalani sono protagonisti insieme al Real Madrid di un’entusiasmante lotta al titolo di campione di Spagna. Le due rivali in Liga sono in testa a pari punti con 3 lunghezze di vantaggio sul Siviglia terzo. Ecco che quindi i catalani potrebbero pensare più al campionato, facendo uso massiccio di turnover domani sera. Gli spagnoli, infatti, nei prossimi 7 giorni affronteranno la Real Sociedad quarta in classifica e poi proprio il Real Madrid.

BARCELLONA GIÀ QUALIFICATO: I PRECEDENTI

In Champions League non è la prima volta che il Barcellona si ritrova a dover disputare l’ultima gara senza velleità di classifica. Senza andare troppo indietro nel tempo, Valverde negli ultimi due anni ha sempre schierato una formazione rimaneggiata, con diversi giovani della cantera in queste situazioni. Ne sa qualcosa proprio l’Inter, l’anno scorso eliminata indubbiamente a causa del pareggio in casa contro il PSV ma anche del contemporaneo pareggio del Barça contro il Tottenham. In quel caso i giocatori schierati che non potevano considerarsi titolari erano almeno 5. Anche domani San Siro Valverde dovrebbe comportarsi alla stessa maniera. Dovrebbero giocare quindi l’ex Juventus Neto in porta, i terzini Wague e Junior FirpoAleñá a centrocampo e Ansu Fati e Carles Perez in avanti. In mezzo al campo ci saranno anche gli scontenti Vidal Rakitic, considerati riserve solo per il minutaggio concessogli finora; riposerà almeno inizialmente Suarez, non convocato Messi. Indisponibili SemedoJordi Alba Dembelè, in dubbio Arthur e il baby prodigio Ansu Fati.

 

Embed from Getty Images

 

PROBABILI FORMAZIONI:

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Borja Valero, Biraghi; Lukaku, Lautaro Martinez. All.: Conte.

A disposizione: Padelli, Berni, D’Ambrosio, Ranocchia, Bastoni, Lazaro, Dimarco, Agoume, Politano, Esposito.

BARCELLONA (4-3-3): Neto; Wagué, Araujo, Umtiti, Sergi Roberto; A.Vidal, Rakitić, Aleñá; Carles Pérez, Griezmann, Ansu Fati. All. Valverde.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications.    Ok No thanks