Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

La Coppa Italia entra nel vivo e Inter – Napoli di stasera è la prima semifinale di andata; il ritorno si giocherà il 5 marzo a Napoli.

 

QUI INTER

Neanche il tempo di gioire per la vittoria nel derby con relativo aggancio alla vetta della classifica, che l’Inter deve subito tornare in campo per una sfida altrettanto importante. La Coppa Italia rappresenta, infatti, forse la via più facile per tornare a conquistare un trofeo; anche se, come abbiamo visto, i nerazzurri possono fare più di un pensiero al trionfo in campionato. Indisponibili ancora Gagliardini Handanovic; i dubbi sulla data del rientro del capitano hanno spinto la società a considerare l’idea di tesserare Viviano. L’ex portiere della Spal è attualmente svincolato e ieri ha svolto le visite mediche, ma l’Inter per il momento non ha ancora deciso se tesserarlo o meno. Nella sfida contro il Napoli di domani (e verosimilmente anche domenica con la Lazio) giocherà ancora Padelli. In difesa torna Bastoni che concederà un turno di riposo a Godin, mentre sulla fascia sinistra torna Biraghi, a destra ballottaggio Moses-D’Ambrosio. A centrocampo si rivede finalmente Sensi dal primo minuto, l’ex Sassuolo comporrà con Barella Brozovic la mediana titolare del girone di andata. Procede molto a rilento, quindi, l’inserimento di Christian Eriksen destinato ad entrare a gara in corso. In attacco torna sicuramente Lautaro Martinez, che ha saltato le ultime due gare dei nerazzurri per squalifica. Insieme a lui dovrebbe giocare ancora Lukaku, Conte non vi rinuncia praticamente mai; l’ultima gara saltata dal belga risale addirittura ad ottobre contro il Barcellona.

 

Embed from Getty Images

QUI NAPOLI (A cura di Stefano D’Auria)

Dopo la sconfitta interna con il Lecce, la squadra di Gattuso deve rilanciarsi nel’unico obiettivo rimasto, ovvero la Coppa Italia. Con la Champions ormai definitivamente sfumata, il biglietto per l’Europa passa inevitabilmente per la coppa nazionale. Che vorrebbe dire anche mettere un trofeo in bacheca (il quarto dell’era De Laurentiis). I risultati delle due squadre sono opposti, ma il Napoli di Coppa è molto più propositivo di quello di campionato. Senza contare che il maggior responsabile dell’ultima sconfitta è l’arbitro Giua. Gattuso cambia rispetto al campionato: Manolas titolare assieme a Koulibaly, con Mario Rui e Di Lorenzo sulle fasce. A centrocampo Demme titolare, con Fabian Ruiz e Elmas in vantaggio su Zielinski ed Allan (quest’ultimo ancora acciaccato). In attacco torna il cosidetto tridente leggero ovvero: Insigne, Callejon e Mertens. Al belga mancano solo tre gol per superare Marek Hamsik nella classifica marcatori e questo potrebbe stimolarlo a dare il massimo. Unico neo di questa formazione: il portiere. Ospina ha combinato tre disastri domenica e non da le stesse certezze di Meret. Gattuso rischia di bruciare il solo fenomeno che ha il Napoli, oltre a rischiare di fargli saltare l’Europeo.

 

Embed from Getty Images

 

INTER – NAPOLI, PROBABILI FORMAZIONI

INTER (3-5-2): Padelli; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Moses, Barella, Brozovic, Sensi, Biraghi; Lautaro Martinez, Lukaku. All.: Conte.

A disposizione: Berni, Godin, Ranocchia, D’Ambrosio, Asamoah, Candreva, Young, Borja Valero, Vecino, Eriksen, Sanchez, Esposito.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Elmas, Demme, Fabiàn Ruiz; Callejon, Mertens, Insigne. All.: Gattuso.

A disposizione: Meret, Karnezis, Luperto, Koulibaly, Allan, Lobotka, Zielinski, Politano, Lozano, Llorente, Milik.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi