Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Juve Stabia: Gianni Improta, il “Baronetto di Posillipo”

Juve Stabia: E’ sicuramente un personaggio che a Castellammare di Stabia e non solo, non ha bisogno di presentazioni, stiamo parlando di Gianni Improta, il “Baronetto di Posillipo“, il nuovo Amministratore unico della società del Viale Europa, l’uomo che con la sua esperienza offrirà competenza anche in questo nuovo incarico alla corte dei colori gialloblu.

Improta oramai è un uomo di sport a 360 gradi, una persona che fa parte del settore calcio praticamente da sempre. Bandiera del calcio Napoli, calciatore molto amato a Genova, sponda Doria, solo per citare alcune delle maglie indossate in carriera da questo straordinario personaggio.

Allenatore, che in passato ha guidato anche la Juve Stabia,uomo della televisione come opinionista in tanti salotti che parlavano di calcio, insomma un personaggio mai banale.

Il Baronetto ha dato vita durante la sua storia recente ad una vera e propria storia d’amore con la Juve Stabia, andando a ricoprire tantissimi ruoli, come ad esempio, la carica prestigiosa della presidenza della società delle vespe, oppure il ruolo di club manager, insomma un uomo per tutte le stagioni.

La Juve Stabia dovrà vivere un finale di campionato con il cuore in gola per tutte le difficoltà del caso, una problematica unica in questo periodo difficile ma in queste situazioni gli uomini di esperienza possono essere decisivi per far navigare i ragazzi di Fabio Caserta in mari tranquilli sotto questo sole estivo.

Un uomo da galateo, un uomo di sport, semplicemente Gianni Improta, un Baronetto al Romeo Menti.

Note:

Giovanni Improta (Napoli, 22 gennaio 1948) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

In Serie A ha giocato con Napoli, Catanzaro e Sampdoria, totalizzando complessivamente 205 presenze e 25 reti. Ha inoltre disputato oltre 150 incontri in Serie B, con 12 reti complessive, con le maglie di SPAL, Avellino, Catanzaro e Lecce. Chiude la carriera calcistica in Serie C2 con la Frattese.

La sua cessione dal Napoli alla Sampdoria portò a manifestazioni a Posillipo, il suo quartiere, sfociate anche in scontri con persone reputate vicine a dirigenti che avevano avallato la sua cessione

Leggi anche:

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    Ok No thanks