Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

La Juve Stabia batte il Crotone, una giostra del goal al Romeo Menti, una partita bellissima e ricca di colpi di scena.

Juve Stabia – Tanti ribaltamenti, errori sotto porta, difese ballerine, velocità di ripartenza, ritmi elevati. Insomma quasi una partita di Premier League per ritmo e spettacolo, non ci siamo annoiati assolutamente a Castellammare di Stabia.

La Juve Stabia ha fatto subito la voce grossa, con Forte che si inventa un goal su calcio d’angolo, perla di Calò ed avvitamento che vale il punto del vantaggio. Il Crotone ci mette tecnica, forte dei suoi valori di categoria superiore e la ribalta mandando in tilt la difesa delle vespe.

Fabio Caserta e la sua Juve Stabia, non perdono la bussola e prima del “The Caldo” riprendono la partita con una magia di Giacomo Calò su calcio di punizione.

Nella ripresa i ritmi si abbassando, la Juve Stabia è sfortunata non riuscendo a passare nel cuore della seconda frazione ed il Crotone carica a testa bassa, esaltando i riflessi di Provedel. La partita assume contenuti dal sapore calabrese, perché le vespe sembrano non averne più e la bilancia sembra pendere dalla parte degli ospiti.

Il pareggio sarebbe stato risultato giusto ma Addae in questo discorso si inserisce sfruttando l’ennesima perla di Calò. Testata e tanti saluti al Crotone.

Tanti sono stati i segnali positivi in casa vespe, ma la difesa merita di essere rivista. Ancora una volta due goal subiti sono un dato che va evidenziato e limato per le prossime puntate. Detto questo, dietro non mollano e qualcuno ieri iniziava a pronunciare la “parola proibita“.

Bisogna essere realisti, pensare al traguardo che sabato si è avvicinato di altri tre km e non ne mancano moltissimi alla fine, serve continuare a lavorare con umilità, la stessa umiltà di Mister Fabio Caserta che sta lavorando senza sosta per regalare alla città l’ennesimo risultato di prestigio.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi