Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Una chiacchierata con Nazzareno Tarantino

Una chiacchierata con Nazzareno Tarantino, continua la nostra rubrica con le interviste ed oggi abbiamo raggiunto l’ex calciatore che ha fatto un focus sul campionato di Lega Pro Girone C:

Ti aspettavi una Ternana che vincesse il campionato a mani basse?

” Allora, ad inizio campionato la Ternana faceva parte di quelle squadre che potevano vincere come Bari e Catanzaro ma sinceramente non mi sarei aspettato questa forbice di punti sulla seconda. Una squadra importante, un bel mix di giovani e calciatori esperti e sono stati davvero bravi a vincere questo torneo.”

Bari, ti aspettavi qualcosa in piu’?

” Assolutamente si. Una societa’ che ha investito molto in questi due anni e non ha portato i suoi frutti. Ci sono calciatori di categoria superiore e nemmeno il cambio di allenatore ha dato i suoi frutti. Spesso nel calcio chi investe molto non e’ detto che debba vincere per forza.”

Tu che lo conosci bene, Braglia puo’ essere l’arma in piu’ per i play off?

” Piero Braglia e’ un allenatore esperto che sa vincere. Sicuramente puo’ dare un grande valore ma l’Avellino non e’ seconda per caso, hanno una bella squadra e si giocheranno tutte le loro carte.”

Juve Stabia, come si vincono i play off?

” Con gli episodi e con la forza fisica e mentale ed anche con la spinta del pubblico. Le vespe stanno facendo bene ma con il Romeo Menti pieno in questi play off lo scenario gialloblu poteva essere importante. I tifosi di danno quella sensazione di farti giocare con il dodicesimo uomo in campo e sarebbe stata importante per la squadra questo valore.”

Sul cammino delle vespe?

” Un campionato a fasi alterne, adesso il periodo e’ positivo merito anche del lavoro del Direttore Pavone che conosco bene dai tempi di Cava de Tirreni. Ha portato a Castellammare molti ragazzi di valore compreso Marotta che e’ un calciatore che ha sempre fatto bene nel corso della sua carriera. Sui play off, si azzera tutto, gare a porte chiuse e percorso lungo. Puo’ succedere di tutto ma ripeto che il Mento pieno sarebbe stato decisivo.”

Cavese ultima in classifica…

” Fa male. Sono stato quattro anni a Cave De Tirreni, una piazza importante con tifosi molto esigenti. Sono quelle classiche annate dove ti gira tutto storto, io fortunatamente non ho vissuto queste situazioni perche’ dove ho giocato ho sempre vinto come ad esempio e’ successo proprio a Castellammare.”

Si ringrazia Nazzareno Tarantino per il tempo concesso per questa intervista

Leggi anche

Segui sui social

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x