Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Battipaglia, doppia nota della Sindaca Francese, la prima cittadina ha parlato sui social con due note:

La prima nota:

Prosegue la battaglia per l’Ambiente. Ho denunciato alle autorità per l’ennesima volta la situazione insostenibile in cui riversa Battipaglia a causa dei miasmi, autorizzato controlli e chiusure.

✅ Continuiamo a dire basta, come facciamo da sempre, con il controllo quotidiano del territorio e attraverso l’avvio di procedure amministrative grazie al sostegno degli Enti preposti (Regione e Provincia) per tutelare il futuro della nostra città

✅ Una battaglia ambientalista che non si ferma. La Provincia ha ritirato la relazione nel consiglio provinciale di fine dicembre, per completarla integrandola con indicatori relativi alle quantità di rifiuti e secondo il percorso fatto nei mesi precedenti con Regione e Comune di Battipaglia sul criterio di saturazione e concentrazione delle imprese di rifiuti sul territorio.

✅ In dirittura d’arrivo come da intese tra Regione, Provincia e Comune per bloccare i rifiuti con il criterio di saturazione da quest’amministrazione fortemente sostenuto (con Davide Bruno).

La seconda nota:

L’insieme delle attività svolte da questa amministrazione hanno fatto emergere l’insostenibilità della presenza di quell’impianto (delibera n. 199 del 21/09/2017; n. 204 del 12/10/2018; n. 210 del 18/10/2019; n.169 del 17/09/2019)

✅ Ci auguriamo che l’impianto non venga riaperto fino a quando non siano effettuati i lavori di adeguamento.

✅ Ringrazio il Prefetto che ha permesso nei mesi di istituzionalizzare un tavolo tecnico dove esporre con la parte tecnica le problematiche del territorio rispetto alla situazione dei rifiuti e dei miasmi. Ringrazio la Procura della Repubblica per le indagini svolte e per l’intervento fatto, ringrazio i cittadini che ci hanno permesso di denunciare continuamente.

✅ E’ servito anche il lavoro di collaborazione istituzionale avviato con la Regione Campania.

✅ La nostra battaglia ambientalista non si ferma!

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi