" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Castellammare di Stabia è la prima città campana a sottoscrivere il Peba, il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche coinvolgendo sia il garante dei Diritti dei Disabili sia il Forum della Disabilità. E’ quanto si apprende da un post pubblicato dal primo cittadino della Città delle Acque.

Castellammare di Stabia – Welfare moderno, inclusivo, equo ed efficiente

“L’efficienza di una città risiede nell’abbattimento delle barriere architettoniche. Una città efficiente, infatti, può dirsi tale se ha la capacità di dare risposta ai bisogni delle persone in difficoltà, affette da disabilità psico-motoria. Questo è uno degli indicatori principali di un welfare moderno, inclusivo, equo ed efficiente.

Pertanto, vanno posti in essere tutti gli opportuni accorgimenti per compiere un decisivo passi in avanti in tale direzione, cioè verso la rimozione delle barriere architettoniche fisiche, sensoriali e culturali che impediscono alla persona disabile una piena partecipazione alla vita sociale.” – ha detto Gaetano Cimmino.

“Un primo passo, una meravigliosa pagina per la storia della città”

Alla sottoscrizione del protocollo d’intesa presenti, oltre al sindaco Gaetano Cimmino, l’assessore alle Politiche sociali Antonella Esposito, l’assessore all’Urbanistica Fulvio Calì, il presidente del consiglio comunale Vincenzo Ungaro, il garante di Castellammare Antonio Celentano, il presidente del Forum Rosario Capuano e la campionessa di nuoto paralimpico Angela Procida. La sottoscrizione del protocollo d’intesa costituisce il primo passo di un ampio articolato e condiviso processo di pianificazione e programmazione che verrà per intero recepito nel redigendo Piano Urbanistico Comunale (Puc).

Oggi è stata scritta una meravigliosa pagina per la storia della città” – ha dichiarato il sindaco Cimmino.

 

Leggi le altre news della settimana:

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami