Tutti al cinema: i film in uscita nelle sale italiane tra il 17 e il 23 settembre 2018

A voce alta – La forza della parola, regia di Stéphane De Freitas – genere documentario

Data di uscita: 17 settembre 2018

Ogni anno all’Università di Saint-Denis, nella periferia nord di Parigi, si svolge Eloquentia, una gara di oratoria che premia “Il miglior oratore del 93”, dove 93 rappresenta il distretto di Seine-Saint-Denis. Gli studenti, provenienti da diversi contesti sociali, si preparano ad affrontare la competizione con l’aiuto di consulenti professionisti che insegnano loro la raffinata arte del parlare in pubblico. Durante le settimane, i giovani imparano i sottili meccanismi della retorica, si raccontano rivelando agli altri, ma soprattutto a loro stessi, i propri talenti.

Booking.com

Gli Incredibili 2, regia di Brad Bird – genere animazione, azione, avventura, famiglia

Data di uscita: 19 settembre 2018

La prima a scoprirlo a sue spese nel divertente corto animato Jack-Jack Attack è stata la baby-sitter Kari: l’ultimogenito della famiglia Parr non è affatto sprovvisto di super poteri come sospettava mamma Helen (voce originale di Holly Hunter) o come temeva papà Bob (voce originale di Craig T. Nelson). Quando non è incollato al seggiolone o confinato nel box giochi, il vivace neonato Jack-Jack gattona attraverso le pareti, lancia fiamme, scariche elettriche e potenti raggi laser dagli occhietti birbanti. Gli Incredibili 2 punta i riflettori sul bimbo mutaforma e le sue inesplorate abilità straordinarie, così imprevedibili da spiazzare persino l’invincibile Mr. Incredibile, nell’inedita veste di papà a tempo pieno alle prese con le estenuanti incombenze quotidiane. Sarà la moglie Elastigirl, questa volta, a uscire dal nido e trascinare l’intera famiglia in una nuova emozionante avventura. Flash, Violetta e l’amico Siberius (sempre che trovi la sua supertuta in tempo) uniranno le forze con i coniugi Parr per sventare il malefico piano ordito da un nuovo, terribile nemico. Intanto l’azione riprenderà esattamente dal punto in cui l’abbiamo lasciata: “Guardatevi-dal-Minatore!”.

Bogside Story, regia di Rocco Forte e Pietro Laino – genere documentario

Data di uscita: 20 settembre 2018

Bogside Story, il documentario diretto da Rocco Forte e Pietro Laino, narra la storia dell’autorevole giornalista Fulvio Grimaldi, unico foto-reporter italiano a documentare la pacifica Marcia per i diritti civili del 30 Gennaio 1972, a Derry, culminata con il massacro tristemente noto con il nome di Bloody Sunday.

Fulvio Grimaldi torna in Irlanda del Nord, 45 anni dopo, per testimoniare alla terza inchiesta sul Bloody Sunday.
A Derry scopre che sulle mura esterne delle case del Bogside, il più importante quartiere cattolico della città, sono dipinti dei murales che raccontano gli eventi più significativi della recente storia nordirlandese. Affascinato dalla potenza comunicativa dei murales, uno dei quali ispirato alla sua fotografia divenuta icona della “Domenica di Sangue”, Fulvio entra in contatto con The Bogside Artists, gli autori dei murales, e con le persone che furono coinvolte negli eventi dipinti.

Prende vita così un viaggio tra passato e presente intriso di arte, storia e profonde emozioni. Gli incontri, i ricordi e le testimonianze determinano una drammatica immersione nella realtà di quel luogo e ne raccontano la sua storia: Bogside Story.

Boxe Capitale, regia di Roberto Palma – genere documentario

Data di uscita: 20 settembre 2018

Boxe Capitale, il documentario diretto da Roberto Palma, ripercorre la nascita e la storia del mondo della Boxe.
Il regista, attraverso interviste ai protagonisti di questa disciplina – vecchie glorie e giovani talenti – ne narra la nascita e l’evoluzione, regalandoci anche una diversa visione della città di Roma.
Nostalgia, sorrisi, rabbia, disciplina: questo e tanto altro emerge dai racconti dei protagonisti che hanno reso Roma la capitale della Boxe.

La Banda Grossi, regia di Claudio Ripalti – genere avventura, biografico, drammatico, western

Data di uscita: 20 settembre 2018

Nelle Marche del 1860, all’alba dello Stato Italiano e delle sue stringenti leggi, un bracciante nullatenente di nome Terenzio Grossi raduna una banda di fuorilegge che, con la complicità di un popolo stanco e affamato, proverà a sovvertire la nuova autorità. In due anni di grassazioni, violenze ed omicidi ai danni dei potenti e borghesi, i briganti conosceranno il trionfo e la fortuna di fronte a una forza pubblica impotente, inadeguata e vigliacca. Ma c’è un soldato che si batte sul campo di battaglia senza codardia e viltà: è un Brigadiere dei Carabinieri Reali, determinato a portare a termine il suo incarico: catturare Terenzio Grossi e la sua banda di delinquenti. Retto e incorruttibile, dovrà fare i conti con la sua coscienza di fronte alla povera realtà del proletariato marchigiano e, quando la legge scenderà al compromesso per porre fine al crimine, verrà messa alla prova la sua integrità.

Lola+Jeremy, regia di July Hygreck – genere sentimentale

Data di uscita: 20 settembre 2018

Lola+Jeremy è una commedia sentimentale francese che segna l’esordio alla regia di July Hygreck. Protagonisti di questa storia d’amore sono Lola (Charlotte Gabris) e Jeremy (Syrus Shahidi): lei ha venticinque anni, è appassionata di supereroi e dei film di Michel Gondry e si guadagna da vivere lavorando in una fumetteria; ventisettenne graphic designer lui, che gestisce con un suo amico un’agenzia che crea alibi fittizi per i fidanzati infedeli. Innamorati e felici decidono di girare un video-diario della loro relazione, riprendendo ogni momento passato insieme.
Lola, però, non riesce a tenere a freno l’entusiasmo e decide di riguardare i loro filmini da sola. Tra i romantici video della coppia ne spunta uno di Jeremy e i suoi amici intenti a parlare proprio di lei, dove il fidanzato rivela alla sua cricca l’intenzione di girare un video-diario da mostrare al padre malato in ospedale. Lola si sente vittima di un esperimento, delusa e tradita dall’uomo che amava e da cui credeva di essere amata. La ragazza non ci pensa due volte e decide di lasciare Jeremy, che, innamorato veramente di lei, farà di tutto per riconquistarla, anche mettere in campo i supereroi che lei tanto adora.

Mile 22, regia di Peter Berg – genere azione

Data di uscita: 20 settembre 2018

Dopo Battleship, il regista Peter Berg dirige Mile 22, un’adrenalinica spy story ricca di colpi d’azione.
Sono 22 le miglia che l’agente della CIA James Silva (Mark Wahlberg) deve percorrere per giungere in aeroporto. Siamo in Indonesia e Silva, insieme alla sua squadra, deve scortare e proteggere un informatore compromesso, Li Noor (la star delle arti marziali Iko Uwais), agente delle forze speciali in possesso di informazioni sensibili. Durante il lungo percorso dovrà scontrarsi con funzionari corrotti, signori della malavita e fuorilegge armati pronti a tutto.

Museo, regia di Alonso Ruizpalacios – genere drammatico

Data di uscita: 20 settembre 2018

Juan (Gael Garcia Bernal) e Wilson (Leonardo Ortizgris), eterni studenti ben oltre la trentina, stanno pianificando un colpo audace: intendono irrompere nel museo nazionale di Archelogia di Città del Messico per rubare preziosi reperti precolombiani, in particolar modo la maschera funeraria di King Pakal. Mentre le loro famiglie celebrano il Natale, loro si preparano all’azione. Il colpo va a buon fine e i due tornano a casa pieni di antichi tesori, ma la mattina dopo si rendono conto che il furto è descritto dai notiziari come un vero e proprio attacco alla Nazione. È a quel punto che capiscono la gravità delle loro azioni. Nel proseguire rocambolescamente il loro piano, Juan e Wilson si ritrovano in un viaggio che li porta dalle rovine Maya di Palenque alle spiagge di Acapulco nel futile tentativo di piazzare dei tesori così famosi e riconoscibili che nessuno osa acquistarli. Ispirato a una storia vera, MUSEO rappresenta al meglio con beffarda ironia il vecchio adagio “non sai quello che hai finché non ti trovi a perderlo”.

Piazza Vittorio, regia di Abel Ferrara

Data di uscita: 20 settembre 2019

Nel centro di Roma, la storica piazza ottocentesca di stile umbertino, cuore pulsante del rione Esquilino, in cui già Vittorio De Sica ambientò una delle più incantevoli sequenze di Ladri di biciclette (1948), oggi si divide tra bellezza e degrado. L’occhio del regista newyorkese Abel Ferrara si posa sul fascino del suo latente splendore, che oggi ospita un microcosmo di etnie e classi sociali delle più varie, artisti del cinema, clandestini, clochard e commercianti, e sulle sue contraddizioni, sintesi amplificata di una realtà nazionale ancora irrisolta. Un videodiario d’autore che è diventato un documentario, Piazza Vittorio offre una rappresentazione viva di un’umanità sospesa tra accoglienza, paura, integrazione, difficoltà e rifiuto attraverso immagini, musiche, volti e storie del passato e del presente.

Sembra mio figlio, regia di Costanza Quatriglio – genere drammatico

Data di uscita: 20 settembre 2018

Sembra mio figlio, il film diretto da Costanza Quatriglio, racconta la storia di Ismail.
Sfuggito alle persecuzioni in Afghanistan quando era ancora bambino, Ismail vive in Europa con il fratello Hassan. La madre, che non ha mai smesso di attendere notizie dei suoi figli, oggi non lo riconosce. Dopo diverse e inquiete telefonate, Ismail andrà incontro al destino della sua famiglia facendo i conti con l’insensatezza della guerra e con la storia del suo popolo, il popolo Hazara.

The Nun, regia di Corin Hardy – genere horror, thriller

Data di uscita: 20 settembre 2018

The Nun, il film diretto da Corin Hardy, è ambientato in un’abbazia della Romania.
Quando una giovane suora di clausura si toglie la vita, un prete con un passato burrascoso e una novizia sul procinto di prendere i voti vengono inviati dal Vaticano per fare luce sull’evento.

Insieme scopriranno il diabolico segreto dell’ordine. Mettendo a repentaglio non solo le proprie vite, ma anche la loro fede e le loro anime, si troveranno ad affrontare una forza malvagia che ha le sembianze della stessa suora demoniaca che ha terrorizzato il pubblico in The Conjuring – Il caso Enfield, mentre l’abbazia diventerà un terrificante campo di battaglia tra i vivi e i dannati.

In The Nun, Demian Bichir interpreta il ruolo di Padre Burke, Taissa Farmiga quello di Sorella Irene, mentre Jonas Bloquet è Frenchie, un abitante del luogo, Charlotte Hope è Sorella Victoria, Ingrid Bisu è Sorella Oana e Bonnie Aarons riprende lo stesso ruolo di The Conjuring – Il caso Enfield, quello della suora.

Un amore così grande, regia di Cristian De Mattheis – genere commedia, sentimentale

Data di uscita: 20 settembre 2018

Un amore così grande, il film diretto da Cristian De Mattheis, vede protagonista Vladimir (Giuseppe Maggio). Il giovane ragazzo parte dalla Russia, San Pietroburgo, dopo aver perso la mamma (Daniela Giordano) alla volta dell’Italia, Verona, alla ricerca del padre (Franco Castellano) che non aveva mai conosciuto. Quest’ultimo ha abbandonato la madre di Vladimir a San Pietroburgo quando lui aveva pochissimi anni.
A Verona incontra Veronica (Francesca Loy), la figlia benestante di un industriale (Jgor Barbazza), che di professione fa la guida turistica. Qui nasce il grande amore tra i due ragazzi. Un amore pieno di ostacoli e di insidie, una fra queste la nonna di Veronica che tenta di ostacolare i due con ogni mezzo. A Verona Vladimir incontra i ragazzi de “Il Volo” e il loro manager. Sarà proprio lui a convincere Ignazio, Piero e Gianluca che Vladimir è un vero talento della Lirica e che possiede una voce come poche che lui abbia sentito. Ma purtroppo gli eventi che si presenteranno dinanzi alla loro vita non sono ancora finiti: prima del trionfo dell’amore bisognerà aspettare e soffrire ancora per molto.

Un figlio all’improvviso, regia di Vincent Lobelle e Sebastien Thiery

Data di uscita: 20 settembre 2018

Una sera, rientrando a casa, il signor e la signora Prioux (Christian Clavier e Catherine Frot) scoprono con costernazione che un tale Patrick (Sébastien Thiery) si è sistemato nel loro appartamento. Il bizzarro giovane si presenta come loro figlio, deciso a presentare loro la sua compagna. I coniugi Prioux, che non hanno mai avuto figli, cadono dalle nuvole… Tanto più che ogni dettaglio sembra avvalorare la tesi che Patrick sia realmente loro figlio. Forse il ragazzo è un mitomane? O è un manipolatore? O la coppia ha dimenticato di avere un figlio? O magari è frutto di una scappatella?

Una storia senza nome, regia di Roberto Andò – genere drammatico

Data di uscita: 20 settembre 2018

Valeria (Micaela Ramazzotti), giovane segretaria di un produttore cinematografico, vive sullo stesso pianerottolo della madre, Amalia, donna eccentrica e nevrotica (Laura Morante), e scrive in incognito per uno sceneggiatore di successo, Alessandro (Alessandro Gassmann). Un giorno, Valeria riceve in regalo da uno sconosciuto, un poliziotto in pensione (Renato Carpentieri), la trama di un film. Ma quel plot è pericoloso: “la storia senza nome” racconta infatti il misterioso furto, avvenuto a Palermo nel 1969, di un celebre quadro di Caravaggio, la Natività. Da quel momento, la sceneggiatrice si troverà immersa in un meccanismo implacabile e rocambolesco.

Print Friendly, PDF & Email