Un punto che non fa male a nessuno, o quasi

Finisce in pari tra Pro Vercelli e Ascoli, un punto che non favorisce nessuna delle due squadre, ancora impegnate nella snervante lotta salvezza

La partita Pro Vercelli vs Ascoli

Inizia subito in attacco l’Ascoli, e non può esserci modo migliore per dare il via al match per il Picchio, al secondo minuto, per una dubbia spinta di Budel su Cacia l’arbitro Pezzuto fischia un sospetto calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta lo stesso numero ventuno, che spiazza un impotente Mirko Pigliacelli; zero a uno per gli ospiti!

Passano venti minuti, questa volta è la Pro ad attaccare, Marchi entra in area e viene trattenuto da Canini, il numero nove Vercellese si lascia cadere in modo accentuato, ma l’arbitro fischia il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Marchi, il suo destro è potentissimo e si insacca appena sotto la traversa. Il Piola esplode in urlo di gioia, l’amatissimo numero nove, che purtroppo in questa stagione non sta riuscendo a ripetere l’annata passata. L’abbraccio coi compagni e l’urlo verso la Ovest dicono tanto o forse tutto dell’ormai maturato legame tra i tifosi ed Ettore.

Palla al centro e questa volta si riparte dall’uno a uno, la Pro sull’onda dell’entusiasmo prova a spingere, ci vuole un miracolo di Lanni sulla linea per respingere un tiro dello stesso Ettore Marchi. L’azione successiva è ancora firmata dai bianchi, corner di Mammarella, colpo di testa a schiacciare di Beretta e pallone che sfiora la traversa e si spegne sul fondo.

 

Il primo tempo segna una Pro Vercelli in crescita e che recriminano poco prima del fischio finale della prima frazione per un clamoroso rigore negato.

Il secondo tempo non regala grandi emozioni fino al diciassettesimo, quando Petagna lascia sul posto due difensori e s’invola a campo aperto verso l’area Vercellese, ma è ottima la chiusura di Germano che permette ai compagni di rifiatare. Dieci minuti dopo la gara si complica per l’Ascoli, che rimane in dieci in seguito all’espulsione di Benedicic.

La Pro nonostante la superiorità numerica non riescono a creare molto, l’Ascoli fa catenaccio e piazza tutti gli effettivi a difesa della propria porta, spegnendo ogni speranza di rimonta da parte Vercellese.

Gara che si conclude dunque, dopo 5 minuti di recupero, sull’ uno a uno.

SGUARDO AL FUTURO

Un punto che non fa male all’Ascoli e che permette ai ragazzi di Mister Mangia di stare ancora per una settimana fuori dalla zona playout.

Zona Playout che rivede, invece, la Pro Vercelli che ha sprecato un’ottima occasione per allungare sui diretti concorrenti, i Bianchi chiamati al riscatto sabato contro il Livorno, partita che non si può sbagliare vista l’attuale classifica che vede gli Amaranto staccati di un solo punto dalle Bianche Casacche. In caso di errori la Pro Vercelli si troverebbe in una situazione molto critica, e in città si respira comunque ottimismo e la speranza è quella che i Leoni tornino dalla Toscana con punti fondamentali in chiave salvezza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo successivo

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

‘Festa dello Sport’ a Napoli: fino al 25 maggio

Durante la terza edizione della Festa dello Sport ci saranno importati figure che dimostreranno l'importanza dello sport nel campo sociale, promuovendo nuove speranze per i giovani.

Juve Stabia la Primavera pareggia ad Avellino

Juve Stabia la squadra di Lucenti pareggia ma non ottiene il pass. Ci sarà lo spareggio venerdi. Il dettaglio nella nota ufficiale Playoff Primavera 3,...

Napoli gli azzurri non vincono nemmeno l’ultima

Napoli finisce il campionato degli azzurri senza Europa. Il racconto post gara di Gianfranco Piccirillo L'ultima gara di campionato non regala nessuna emozione...

Giro D’Italia la voce dei protagonisti

  Giro D'Italia come riportano i canali ufficiali parlano Georg Steinhauser e Tadej Pogacar Il vincitore di tappa Georg Steinhauser ha dichiarato in conferenza stampa: "E'...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA