Si vide all’animale di Raffaele Viviani, sempre tristemente attuale (video)

Si vide all’animale di Raffaele Viviani, sempre tristemente attuale

L’escalation delle tensioni tra Israele e Iran che, ieri, ha raggiunto un nuovo tragico picco con tre ondate di centinaia di droni e missili da crociera lanciati dall’Iran contro Israele, ha suscitato grandi preoccupazioni.

L’esercito israeliano, aiutato dai caccia di Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna, ha neutralizzato la maggior parte degli attacchi, ma a livello internazionale, la situazione ha suscitato forti timori per le possibili implicazioni circa la possibilità di dar luogo ad un conflitto più ampio. Da tempo il rischio di una terza guerra mondiale pare, purtroppo, potersi concretizzare.

Si vide all’animale di Raffaele Viviani interpreta da Fiorenza Calogero feat Eugenio Bennato e M’Barka Ben Taleb

In questo tragico contesto mi è saltato in mente il brano Si vide all’animale di Raffaele Viviani che, purtroppo, resta sempre tremendamente attuale. In particolare mi sono venuti in mente questi versi:

Largo e tunno,                                        

chisto è ‘o munno:                                  

pure ll’uommene, se sa,                          

s’hann’a massacra’!                                          

Che ll’afferra                                           

ca na guerra                                          

ogne tanto s’ha dda fa’?                          

Forse pe’ sfulla?                                      

So’ ‘e putiente,                                        

malamente,                                             

ca cchiù ‘a vorza hann’a ‘ngrassa’,             

senz’ave’ pietà!                                      

‘O prugresso?                                         

More ‘o fesso!                                         

Jh che bella civiltà!                                 

Che mudernità!                                       

Nel cercarne una delle tanti versioni sono incappata in una davvero magnifica che vi invito a gustare. Protagonisti Fiorenza Calogero, Eugenio Bennato e M’Barka Ben Taleb, oltre alla città di Castellammare di Stabia. Regia di Gabriele Saurio.

Interpretazione davvero strepitosa a tre voci. Immagini che fanno bene al cuore e chicca finale: nelle ultime immagini del videoclip appare il murale dedicato a Raffaele Viviani realizzato dall’artista internazionale Nello Petrucci.

Buon ascolto!

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Atalanta delirio Dea nella notte di Dublino

  Atalanta il 22 maggio 2024 sarà una data che i tifosi della Dea ricorderanno per sempre. La vittoria in Europa League contro gli invincibili...

Vico Equense, in arrivo la 14esima del Social World Film Festival

Annunciati anche i premi alla carriera che saranno conferiti agli attori Isa Danieli, Leo Gullotta e Giorgio Pasotti in occasione della cerimonia d'apertura del Social World Film Festival 2024.

Napoli, presentato il progetto per l’estensione della Linea 6 della metro per Bagnoli e Posillipo

È iniziata la progettazione per l'estensione della Linea 6 della metropolitana di Napoli verso Bagnoli e Posillipo. Sono state presentate le linee guida del...

Giro D’Italia le maglie, le dichiarazioni e le statistiche

  Giro D'Italia la maglia rosa Tadej Pogacar ha oramai le mani sulla vittoria. Le sue dichiarazioni e non solo: LE MAGLIE UFFICIALI Le Maglie di leader...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA