La figura del personal trainer.

Chi è il personal trainer?

Il personal trainer è la figura professionale che ha come compito di gestire in maniera personalizzata l’allenamento di coloro che si avvicinano al mondo del fitness. Il personal trainer deve obbligatoriamente possedere un background di tipo interdisciplinare, che varia da nozioni di fisiologia, anatomia, biomeccanica, medicina dello sport, psicomotricità e poi del vero e proprio allenamento e nutrizione. Il PT (certificato) ha l’obbligo di aggiornare il tesserino una volta all’anno, attraverso corsi di formazioni di vario tipo.

In cosa consiste il ruolo del PT

In un quadro molto generale, il personal trainer ha come obiettivo quello di educare il cliente ad uno stile di vita che salvaguarda la salute e a realizzare allenamenti personalizzati e mirati che permetteranno al soggetto di raggiungere gli obiettivi desiderati. L’ attività del personal trainer inizia gia da subito con un intervista al cliente che prende il nome di anamnesi. L’anamnesi è il primo strumento che il pt ha per stilare un programma personalizzato. Grazie a questa fase il professionista può capire quali sono le particolarità del soggetto, ad esempio la storia medica, lo stato di salute psicofisica e le motivazioni reali che lo spingono ad intraprendere un percorso con il personal trainer. Bisogna dunque individuare i possibili traguardi raggiungibili, legati alle caratteristiche fisiche generali del cliente, senza creare false aspettative. Dopo questa fase si iniziano a fare le ulteriori valutazioni sul campo, mobilità, capacità di contrazione volontaria, resistenza fisica e quant’altro. fatto ciò il trainer potrà valutare e scegliere quali esercizi più sono adatti al soggetto.

 

La scelta del personal trainer

Il diffondersi di questa figura ha permesso a tanti incompetenti di identificarsi come PT, cosa illegale. Bisogna anche considerare quanto possa essere rischioso affidarsi a soggetti che improvvisano tale professione. La prima cosa che deve fare il cliente per essere sicuro della scelta che sta per intraprendere è tenere in considerazione l’iter formativo del trainer. Quindi vari attestanti e certificazioni e l’iscrizione al coni come figura di personal trainer. In seguito le esperienze lavorative pregresse, le capacità sportive del trainer e anche relativi extra come la pubblicazione di testi informativo con scopo scientifico. È preferibile scegliere una persona laureata in scienze motorie o perlomeno diplomata, che abbia i mezzi conoscitivi per poter lavorare con il corpo e quindi la salute altrui. Evitate di affidarvi ai classici venditori “ambulanti” che vi promettono risultati irraggiungibili in poco tempo o a prezzi stracciati, ne è in gioco la vostra salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Pallacanestro Antoniana si va a gara quattro

Pallacanestro Antoniana si va alla prossima sfida. Il Focus Ufficiale della società giallorossa. Cercola risorge dal -22 e riapre la serie, G3 finisce 90-85 al...

L’ultima generazione di smartphone 2024: innovazioni e tendenze

L'ultima generazione di smartphone 2024: innovazioni e tendenze tra tecnologia e design.

Nuova apertura di Starbucks a Napoli

Sono 30 i nuovi posti di lavoro creati dalla nuova apertura di Starbucks a Napoli.

Giro D’Italia le maglie, le dichiarazioni e le statistiche

  Giro D'Italia la maglia rosa Tadej Pogacar ha oramai le mani sulla vittoria. Le sue dichiarazioni e non solo: LE MAGLIE UFFICIALI Le Maglie di leader...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA