Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Citysightseeing Palestrina e Ge,Vi. Cuore Napoli si sono giocate la partecipazione alle Final Four di Montecatini giocando un Over Time infuocato

La partita è stata appannaggio degli azzurri di coach Ponticiello che vincono per 79- 83 in Gara 3 a Palestrina. Queste finali di Play Off erano al meglio delle 3 vittorie, e Napoli vincendo le sue prime 2 in casa aveva messo una bella ipoteca sulle altre 2 da giocare in casa Palestrina, squadra di certo molto agguerrita, costruita per fare un buon campionato di B, senza grandi ambizioni e rispetto a Cuore Napoli Basket, di un livello inferiore.

Questa differenza sia in campionato che in queste due gare si è vista tutta, Napoli non ha mai avuto difficoltà a mantenere in pugno le partite anche se a volte si è rilassata un pò troppo, dovendo poi recuperare nel finale e questo copione si è ripetuto in questa fondamentale Gara 3 .
Una partita che si è messa subito in discesa per Cuore Napoli Basket che nei primi 3 minuti è già in vantaggio di +7 e il distacco è progressivo ed arriva a + 19 a 9,15 min. dal termine del 1° tempo e Palestrina riesce a recuperarne solo 8 di punti, chiudendo la prima metà della gara a – 12.
Grandi mattatori in questa frazione Maggio, Barsanti, Nikolic e Visnjic e comunque un leggero calo di concentrazione si è visto farsi avanti nella testa degli azzurri e deve essersene accorto di sicuro anche coach Ponticiello provando nel finale di frazione, Rumolo , Rappoccio e Ronconi.

Nella ripresa, servono 11 minuti a Palestrina per raggiungere e superare Napoli, così che al 30,51 del 3° quarto, c’è il sorpasso Palestrina passa a +1 ed arriva al massimo vantaggio di +5 fino al 37° min. Da questo momento la gara diventa nervosa, fallosa e alcuni degli elementi di spicco di entrambe le compagini hanno già collezionato 4 falli, nervosismo alle stelle tra gli atleti che si beccano più volte in campo ed il pubblico inveisce più volte contro Andrea Barsanti, reo di avere commesso un fallo antisportivo molto palese ma derivato dalla continua ed assidua marcatura con parole e braccia del n. 8 Rossi, ripreso anche dal proprio coach. La partita va avanti così con vantaggi e pareggi da ambo le parti ed infatti si chiudono i due tempi regolamentari con il punteggio di 74 pari, si va all’ Over-time.
In questi 5 minuti infuocati, Nokolic e Marzaioli si prendono per mano la squadra e con l’aiuto di Ronconi e Matrone, lasciano Palestrina ferma a 79, chiudendo la gara con un +4 che vale la qualificazione alle sudate Final Four che si disputeranno a Montecatini il 10 e 11 Giugno.
Un grande “in bocca al lupo” a questo gruppo che con il Cuore si è meritato il primo posto nella Regular Season, la Coppa Italia di categoria ed ora si appresta alla sfida della vita per la promozione in A2.

Tabellino:
Citysightseeing Palestrina 20, 15(35), 20(55), 19(74), 5(79)
Generazione Vincente Cuore Napoli 36, 11(47), 13(60), 14(74), 9(83)

Citysightseeing Palestrina: Riccardo Pederzini 21 (8/16, 1/3), Luca Montanari 12 (4/6, 1/3), Mathias Drigo 12 (2/3, 2/8), Gianmarco Rossi 11 (3/6, 1/4), Davide Serino 7 (1/3, 1/2), Daniele Brenda 6 (3/4, 0/0), Simone Rischia 5 (1/5, 1/2), Filippo Gagliardo 5 (2/5, 0/2), Nikolai Vangelov 0 (0/0, 0/0), Dario Molinari 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 17 – Rimbalzi: 31 7 + 24 (Davide Serino 8) – Assist: 16 (Riccardo Pederzini, Davide Serino, Simone Rischia 3)

Generazione Vincente Cuore Napoli: Stefan Nikolic 22 (5/12, 1/2), Njegos Visnjic 20 (6/10, 1/3), Roberto Maggio 13 (0/3, 4/5), Mattia Mastroianni 7 (1/2, 1/1), Andrea Barsanti 6 (0/2, 1/6), Domenico Marzaioli 6 (3/3, 0/3), Bruno Rappoccio 4 (1/1, 0/2), Andrea Murolo 3 (0/0, 1/2), Ferdinando Matrone 2 (1/3, 0/0), Alessio Ronconi 0 (0/1, 0/0)
Tiri liberi: 22 / 26 – Rimbalzi: 37 7 + 30 (Njegos Visnjic 14) – Assist: 17 (Roberto Maggio 5

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi